• Google+
  • Commenta
11 Maggio 2011

Il Bike sharing di Roma Tre alla 2^ Giornata Nazionale della Bicicletta

L’iniziativa comunale del bike sharing è già in atto da diversi anni presso le varie facoltà e gli uffici amministrativi dell’Università degli Studi Roma Tre.
Si tratta di una preziosa opportunità,della quale pochissimi immatricolati hanno però usufruito: chi perchè possiede la macchina o lo scooter, chi addirittura perchè lo considera uno sport “da sfigati”.

Forse dopo la presentazione della 2^ Giornata Nazionale della Bicicletta, voluta dal Ministro dell’Ambiente e in programma il giorno 8 maggio, coloro che già l’amano riusciranno a trasmettere a tutti l’entusiasmo per questo e per lo sport in generale.

Ciò è per molti è un vero e proprio stile di vita;mi riferisco ai due testimonial dell’iniziativa, Paolo Bettini e Massimiliano Rosolino. Il secondo ha affermato che se non avesse scelto il nuoto avrebbe scelto il ciclismo, mentre il Commissario Tecnico della Nazionale Professionisti Paolo Bettini ha sottolineato come, grazie alla bicicletta abbia visto luoghi che altrimenti non avrebbe mai conosciuto.

Loro,insieme al ministro Stefania Prestigiacomo, al sottosegretario con delega allo Sport Rocco Crimi, al presidente della FCI Renato Di Rocco, l’assessore della Regione Toscana e presidente del Comitato organizzatore dei Mondiali 2013 Riccardo Nencini, hanno esaltato la bicicletta parlando di essa come un vero e proprio”gioiello del futuro”.

Il sottosegretario con delega allo Sport Crimi ha ricordato che negli ultimi due anni circa 1,5 milioni di persone hanno iniziato a fare una qualche attività fisica anche grazie alla bicicletta.

Riccardo Nencini, presidente del Comitato Organizzatore dei Mondiali Firenze 2013, ha parlato della grande popolarità e del radicamento del ciclismo, illustrando anche alcuni aspetti del Mondiale 2013.

Il ministro Prestigiacomo, nel promuovere l’uso della bici come valida alternativa per gli spostamenti quotidiani,ha ricordato come la seconda edizione rappresenti un’istituzionalizzazione della Giornata Nazionale della Bicicletta, prima ancora che il progetto di legge completi il suo iter.

Io ho assistito personalmente a questi racconti durante la presentazione della 2^ Giornata Nazionale della Bicicletta, indetta dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con la collaborazione della Federazione Ciclistica Italiana e Anci.

In effetti,la bicicletta è il primo gioco di un bambino,è un divertimento per i ragazzi,fa bene agli adulti ed è inoltre un mezzo che non danneggia l’ambiente.

A dimostrazione di quanto questo mezzo sia in grado di unire l’Italia, la Giornata Nazionale della Bicicletta vedrà coinvolti oltre 1000 comuni e numerose associazioni.

Quello che deve essere,inoltre,sottolineato è anche il fatto che è un oggetto alla portata di tutti e per tutte le tasche; addirittura a Roma tre sessanta biciclette sono a disposizione degli studenti che possono usufruirne gratuitamente dopo aver rilasciato un documento e una cauzione di soli 10€.

La bicicletta è, dunque, un mezzo popolare, sano e rispettoso dell’ambiente ed uno strumento che aiuta a migliorarsi anche nella cultura e nel comportamento e l’impegno deve essere orientato anche nella ricerca di sempre nuovi spazi sicuri da dedicare al suo utilizzo.

Forse adesso più studenti cominceranno ad usufruire di questo servizio: si spera di vederli salire in sella numerosi, fuorisede e non. Se così non fosse sarebbe certamente un peccato considerato che in particolare le facoltà di Giurisprudenza e di Economia si trovano in una zona-il quartiere S.Paolo-indubbiamente ricca di verde.

Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata