• Google+
  • Commenta
5 Maggio 2011

“Letterature e Scienze Sociali”: all’Unical un Seminario di Sociologia della Cultura

Il rapporto fra Letteratura e società sarà l’oggetto del Seminario che si terrà all’Università della Calabria il 9 e 10 Maggio nella Sala del Consiglio della Facoltà di Scienze Politiche. Un rapporto problematico ed eterno che esiste da quando esistono i suoi contraenti. Un rapporto che verrà sviscerato a 360 gradi, usando entrambi i termini al plurale, dall’ancestrale enigma della tragedia greca ai racconti iniziatici orientali, a quelli orali e scritti dei nostri migranti.
Il tutto chiamando in causa noti esperti del settore – dall’antropologo Unical Vito Teti alla sociologa Monica Massari della Federico II di Napoli – che saranno coordinati nelle due giornate dai professori Paolo Jedlowsky e Renate Siebert.

Un’occasione imperdibile per vivere e osservare la Letteratura a un livello interdisciplinare, da punti di vista inediti e dunque evidentemente privilegiati. Anche perché scoprire i nessi fra le Storie e le società che le producono significa affrontare ancora una volta in nuce l’unico snodo sostanziale di disquisizione scientifica di cui la Fantasia può essere veramente oggetto : il suo rapporto con la realtà, quella delle vite vissute dagli uomini che su quei fatti insieme parlano, scrivono, sognano.

Fermo restando che la Letteratura e la vita sono due cose diverse e le concezioni che ogni scrittore matura sulla sua arte non sono identiche a quelle che lo guidano ogni giorno nella vita. Dunque è ancora più arduo il compito di chi scientificamente si sobbarca il compito di decifrare frammenti di questo molteplice e complesso gioco di istanze che a partire dal linguaggio e dalla cultura delle varie società porta all’incantesimo dell’atto creativo e viceversa, scoprendo e studiando nuovi nessi e diverse alchimie, con risultati, in genere, totalmente inaspettati.

Il Seminario è stato organizzato nell’ambito della Facoltà di Scienze Politiche Unical da Ossidiana (osservatorio sui processi culturali della vita quotidiana).

Giulia De Sensi

Google+
© Riproduzione Riservata