• Google+
  • Commenta
26 Maggio 2011

L’Università di Roma La Sapienza incontra Federico Spinetti

Ultimo appuntamento della serie Colloquia 2011 della Sezione musicologia del Dipartimento di Studi greco-latini, italiani, scenico-musicali.Lunedì 30 maggio 2011, il prof. Federico Spinetti (University of Alberta, Canada) parlerà delle relazioni tra musica, spazio e movimento nello Zurkhaneh, l’arte marziale tradizionale dell’Iran, indagando su come il suono interagisca con il gesto in questa peculiare forma di attività ginnica, ma anche, più in generale, sulla tensione tra l’aspetto etico-morale e quello competitivo nelle arti marziali dell’Iran, e anche tra misticismo connesso al sufismo e moderno fondamentalismo dell’Iran post-rivoluzionario.

Federico Spinetti è un etnomusicologo e Assistant Professor of Music. Ha conseguito la Laurea in Storia Orientale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia presso l’Università di Bologna nel 1999. È entrato nel programma di laurea presso la Scuola di Studi Africani e Orientali, Università di Londra, nel 2000, completando il suo Master in Etnomusicologia nel 2001.

Da diversi anni studia le relazioni tra musica e politica in Asia Centrale. La sua ricerca etnografica dal 2002 si è concentrata sulle culture musicali di paesi di lingua persiana.
E’ autore di diversi articoli sulle musiche del Tagikistan, ha realizzato il documentario Zurkhaneh e ha recentemente curato il volume Giuseppe Donizetti Pascià: Musical e relazioni storiche tra Italia e Turchia, Bergamo: Fondazione Donizetti, 2010.

Il Colloquia Musica e architettura nelle arti marziali tradizionali dell’Iran si terrà presso l’Aula di Storia della Musica Nino Pirrotta, edificio di Lettere e Filosofia, alle ore 17.00.

Un’interessante occasione dunque, con la quale si chiude la serie Colloquia 2011.
Un curioso appuntamento per avvicinarsi alla musica, quella non tradizionale, non “ricercata”, ma che scava senza dubbio nelle radici di una cultura, e ci restituisce un’eco primitiva dall’essenza spirituale.

Margherita Teodori

Google+
© Riproduzione Riservata