• Google+
  • Commenta
4 Maggio 2011

Seminario “Lavorare per l’arte: Prospettive ed Opportunità”

Musei, siti archeologici e biblioteche sono la vostra passione e sognate di lavorare nel settore storico-artistico? Nella precarietà di oggi, trovare occupazione in questi ambiti è davvero possibile? A queste a altre domande risponde il seminario “Lavorare per l’arte: Prospettive ed Opportunità”. Organizzato da SOUL (Sistema Orientamento Università Lavoro) in collaborazione con la Facoltà di Filosofia Lettere Scienze Umanistiche e Studi Orientali dell’Università La Sapienza di Roma, si svolge il 9 maggio presso l’aula Odeion dell’Ateneo (p. le Aldo Moro, 5, Roma) a partire dalle 9.30: i relatori si avvicenderanno per illustrare quali sono i reali sbocchi lavorativi dell’area storico-artistica.

L’occasione vuole avvicinare concretamente università e mondo del lavoro, a partire dall’intervento in cui Pietro Lucisano (Prof. di Pedagogia Sperimentale e Responsabile Scientifico del Progetto SOUL) ed Elisa Paolino (referente portello SOUL) analizzeranno quanto sbocchi lavorativi e percorsi universitari siano tra loro attinenti, mentre il Prof. di Storia dell’Arte Contemporanea Paolo Zambianchi presenterà i ruoli professionali più gettonati nell’ambito artistico.

Un’attenzione particolare, poi, verrà data alle possibilità post lauream della Scuola di Specializzazione illustrate da Iolanda Covre, direttore della Scuola stessa, mentre la Prof. ssa Michela Di Macco di Storia dell’Arte Moderna illustrerà le opportunità del settore museale italiano. Fari puntati, poi, anche su alcune realtà aziendali e alcune esperienze concrete e personali di professionisti del settore, tra cui quella della storica dell’arte

Mauro Racanati

Google+
© Riproduzione Riservata