• Google+
  • Commenta
12 Maggio 2011

Tor Vergata consegna ad Andrea Bargnani, il ‘Premio Speciale Etica nello Sport’

Il leader dei Raptors, Andrea Bargnani, riceve il premio Etica nello Sport da parte dell’Università di Roma Tor Vergata. L’università di Tor Vergata di Roma consegna il premio speciale “Tor Vergata Etica nello sport”, giunto ormai alla decima edizione, ad Andrea Bargnani, cestista leader dei Toronto Raptors, squadra che milita nel leggendario campionato americano di basket NBA.

La consegna è avvenuta l’11 Maggio all’interno di quella che si prospetta una settimana interamente dedicata allo sport all’interno dell’ateneo romano.

Dal 9 al 14 maggio saranno infatti in programma iniziative dedicate allo sport, aperte alla cittadinanza e alla comunità universitaria, per conoscere e praticare sport noti e meno noti, approfondire temi legati al movimento, ai benefici per la salute, agli aspetti educativi e culturali dell’attività sportiva.

Presenzieranno gli eventi nomi che hanno fatto la storia dell’agonismo italiano come Dino Zoff, Daniele Masala, Giancarlo De Sisti, Klaus Dibiasi, Angelo Peruzzi, Roberto Mariani, Giuseppe Wilson e il “principe” Giuseppe Giannini.

La premiazione del cestista romano è avvenuta all’intenro dell’Aula Fleming della Facoltà di Medicina e Chirurgia del polo romano, la commissione, presieduta dal prof. Renato Lauro, ha deciso di premiare Bargnani onorando un atleta che interpreta al meglio ciò che deve essere lo sport: impegno massimo ed agonismo, nell’ambito della lealtà e della correttezza, rifuggendo da sostanze che possano alterare la risposta fisica e psichica dell’individuo.

È stato così esaltato il grande coraggio e la determinazione di Andrea nel raggiungimento di risultati ai massimi livelli mantenendo uno spirito di serena partecipazione, riuscendo ad inserirsi all’interno dell’NBA, un basket molto diverso da quello italiano.

E’ un grande onore ricevere questo premio. E’ un incentivo in più per impegnarmi a giocare al meglio a basket, la cosa che amo più al mondo, e portare in alto il nome dell’Italia e di Roma nel mondo” queste le parole di Bargnani che non ha nascosto di “essere molto emozionato. Da quando ho finito il liceo, è la prima volta che rimetto piede in una università: un traguardo, soprattutto per mia madre” ha detto sorridendo.
Questo premio” ha concluso “sarà un ulteriore motivo per fare sempre meglio quello che amo di più e tenere sempre alto l’onore dell’Italia nel mondo“.

Il Premio Tor Vergata “Etica nello Sport” è stato istituito nel 2002 dall’Ateneo in partnership con il Movimento per l’Etica e la Cultura nello sport.

Il movimento riconduce la sua azione di diffusione dei valori sportivi alla delibera del Consiglio d’Europa: “ Codice Europeo di Etica Sportiva”, individuando come problemi prioritari nell’ambito sportivo la violenza, il razzismo, il doping e la disonestà.

Tutti parole da cui il nostro Andrea è lontano anni luce incarnando alla perfezione il ruolo di un ragazzo che con la forza di volontà, oltre che con il talento, è andato oltre ogni sogno più sfrenato: giocare nei Raptors di Toronto.

Nei “dinosauri” canadesi Bargnani è riuscito ad ottenere una media di venti punti a partita, meritando il titolo di attuale più grande campione italiano in terra straniera.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata