• Google+
  • Commenta
17 Maggio 2011

Torino: tre giorni alla 65esima edizione dei CNU primaverili

Mancano tre giorni esatti alla cerimonia d’apertura della 65esima edizione dei Campionati nazionali universitari primaverili.

Sarà Torino, dal 20 al 28 Maggio, la città che farà gli onori di casa. Una città dove, dopo mesi di fermento, tutto sembra essere pronto per accogliere uno dei più importanti eventi sportivi per quello che riguarda lo sport accademico nazionale.

Dopo le edizioni del ’48, del ’61 e del 2000 il capoluogo piemontese si appresta ad ospitare per la quarta volta i CNU, che quest’anno giungono durante le celebrazioni del centocinquantenario di Torino prima capitale di Italia.

Proprio quella Torino che è stata praticamente il luogo di nascita dei Campionati Nazionali Universitari, sia quando i CUS si chiamavano ancora Guf, nel periodo fascista, che in seguito, nel dopoguerra.

Durante l’era fascista dopo il fallimento del progetto del faraonico stadio dei 100mila, che non fu mai portato a termine, venne costruito quello che oggi è lo Stadio Olimpico.

Il tutto nel tempo da record di soli sei mesi, proprio per ospitare i Campionati Nazionali dei Gruppi Universitari Fascisti, i cosiddetti Littoriali che nel dopoguerra diventeranno CNU.

In 64 edizioni passate, quasi tutti i grandi campioni dei vari sport si sono cimentati nei CNU, e molti hanno poi partecipato sia all’Universiade che all’Olimpiade mantenendo caro il ricordo della competizione universitaria.

Ad oggi questi sportivi costituiscono un lungo elenco di grandi nomi fra cui sono presenti Pietro Mennea, Berruti, Yuri Chechi, Klaus Di Biasi, Sara Simeoni e Maurizio Damilano.

Gli atleti dei 48 CUS sparsi sul territorio italiano quest’anno si affronteranno in 23 discipline differenti: atletica leggera, calcio a cinque, canoa, canottaggio, golf, judo, karate, pallacanestro, pallavolo, pugilato, rugby, scherma, taekwondo, tennis, tennis da tavolo e tiro a segno.

A queste competizioni si aggiunge quest’anno l’esibizione promozionale di guida in sulky, uno sport equestre con veicoli leggeri a due ruote guidati da una fantino e trainati da cavalli, che si svolgerà all’Ippodromo di Vinovo.

La cerimonia di apertura della manifestazione si terrà in Piazza S.Carlo alle ore 19.00 e vedrà l’arrivo del corteo degli sfilanti dopo il quale partirà la cerimonia.

In onore dei centocinquanta anni dell’Unità nazionale in piazza scenderanno paracadutisti tricolori della Sky School Project che anticiperanno l’alzabandiera e le note dell’inno nazionale.

La scorsa edizione dei CNU primaverili si è tenuta in Molise, una regione che ha vissuto giornate memorabili, come lo saranno sicuramente anche quelle di Torino dove il riscaldamento è iniziato da diversi mesi con i campionati e i Tornei Interfacoltà capaci di coinvolgere in tutta Italia 49.162 atleti di cui 9.171 negli sport individuali e 39.991 a squadre.

Cifre notevoli che danno un’idea dell’imponente movimento sportivo universitario presieduto dalla Federazione Italiana, il CUSI, che quest’anno a gennaio ha già gareggiato con un buon numero di atleti azzurri nell’Universiade invernale di Erzurum, in Turchia, mentre in agosto sarà in Cina, per l’Universiade estiva prevista a Shenzhen, ad un centinaio di chilometri da Hong Kong.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata