• Google+
  • Commenta
11 giugno 2011

Appuntamento con “Inside Job” alla Facoltà di Economia di Roma Tre

Nell’ambito della rassegna cinematografica organizzata dal Prof. Pasquale Tridico con la Facoltà di Economia “Federico Caffè” dell’Università Roma Tre per riflettere sul tema della povertà e dello sviluppo del mondo, dopo la proiezione di “The end of Poverty?” di Philippe Diaz e del film-documentario su Adriano Olivetti ,

il prossimo ventuno Giugno toccherà a “Inside Job”, il film di Charles Ferguson e narrato da Matt Demon che affronta il tema della crisi finanziaria mondiale del 2008. Un lungometraggio accattivante poiché l’autore cerca e trova, secondo il suo punto di vista ovviamente , le cause che hanno portato al crack.

Ferguson si serve di grafici,documenti e interviste ai pezzi grossi della finanza americana per spiegarci che la crisi economica non è stata fisiologica ma era largamente preventivabile. Chi è stato dunque il colpevole? Le lobby finanziarie americane, i CEO delle più importanti aziende che facendo leva su un mercato deregolamentato hanno potuto speculare su tutto e senza limiti.

Inutili sono stati gli sforzi di intervistare i due ultimi capi della Federal Reserve, Alan Greenspan e Larry Summers. Probabilmente non volevano mettersi nella situazione di rispondere a domande fastidiose. Ma ce n’è anche per gli economisti accademici, corrotti per tacere.

In ogni caso la colpa più grande, questo si evince dal film, è da imputare al governo americano: spettava ad esso il compito di porre un freno alle speculazioni finanziarie. Dunque se sul banco degli imputati appaiono i Presidenti Reagan, Clinton, Bush padre e figlio anche Obama non è esente da colpe:

egli infatti non ha avuto la forza necessaria per imporre le proprie riforme perchè ostacolato dal potere di Wall Street. Una piccola curiosità: la traduzione e distribuzione del film, in Italia, inizialmente ha subito qualche rallentamento. Le verità di Ferguson sono scomode? Forse.

Sicuramente questo può essere un motivo in più per andarlo a vedere. Dopo questa proiezione la rassegna cinematografica dell’università si prenderà una pausa per le vacanze estive e poi si concluderà il prossimo ventisette Settembre con il film “Il Gioiellino” di Andrea Molaioli.

Pietro Marasco

Google+
© Riproduzione Riservata