• Google+
  • Commenta
14 luglio 2011

Nanochallenge and Polymerchallenge 2011 ha fatto tappa all’UniCal

Ha fatto tappa anche a Cosenza il road show nazionale di presentazione della settima edizione del “Nanochallenge and Polymerchallenge 2011“, la competizione internazionale che premia i migliori progetti innovativi e di business nel settore delle nanotecnologie e dei materiali polimerici e compositi.

Organizzato dai distretti tecnologici IMAST e Veneto Nanotech,in collaborazione con Intesa San Paolo, l’evento si configura come una grande occasione per coloro i quali intendano esplorare il mondo delle nano tecnologie e pertanto rappresenta un momento di grande spessore tecnico e una straordinaria opportunità per gli studenti di ingegneria elettronica.

In concreto l’iniziativa, prevede premi consistenti in denaro: 300.000 euro al progetto considerato migliore e un altro premio di pari importo riservato al miglior progetto sviluppato nel settore dei materiali compositi e polimerici.

I vincitori avranno l’ opportunità di trascorrere due mesi presso le aziende organizzatrici potendo cosi sfruttare le loro potenzialità e svolgere il ruolo di supporto manageriale nello sviluppo delle tecnologie adottate dalle imprese interessate e quindi formarsi per un eventuale futuro lavorativo. Il progetto è aperto a qualunque soggetto si interessi di nano tecnologie e operi nel settore e dunque non solo agli studenti

Le modalità per partecipare alla gara e ulteriori dettagli tecnici sono stati forniti nel corso della presentazione che ha avuto luogo il 13 Luglio a Rende presso l’incubatore TechNest dell’Università della Calabria.

Ai saluti del rettore Latorre sono seguiti la presentazione dell’evento da parte di Evelina Milella, direttore generale e amministratore delegato di IMAST Scarl e l’ intervento, per illustrare il ruolo di Intesa SanPaolo di Giovanni De Caro, Investment Manager Atlante Ventures Mezzogiorno Imi Fondi Chiusi. De Caro ha sostanzialmente ricordato che la banca finanzierà il progetto e l’erogazione dei premi in denaro.

La giornata si è conclusa con alcune consdierazioni di natura tecnica fornite da ricercatori e docenti UniCal quali Mauro Ghedini, Felice Crupi, Giuseppe Chidichimo, Giovanni Golemme, Cesare Umeton,Giuseppe Strangi. I docenti hanno messo in evidenza l’importanza delle nano tecnologie, sottolineandone la versatilità d’utilizzo e il rapporto tra dimensioni ridotte ed elevate prestazioni.

Un evento che da ancora una volta da respiro a livello nazionale e internazionale al lavoro compiuto nel ateneo calabrese.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy