• Google+
  • Commenta
9 luglio 2011

Settimana di lezioni, discussioni e seminari formativi con il friulano Andrea Cerutti all’Università di Udine

Si concluderà il 14 luglio la settimana di lezioni, discussioni e seminari formativi con il friulano Andrea Cerutti.

La sessione di didattica avanzata è offerta dal Dipartimento di Scienze mediche e biologiche (DSMB) e organizzata dalla facoltà di medicina dell’Università di Udine.

Il professor Cerutti, originario di Gemona e visiting professor del Dipartimento di Medicina del rinomato Mount Sinai School of Medicine di New York, è uno dei maggiori esperti al mondo delle cellule responsabili della produzione di anticorpi, i linfociti B.

Cerutti terrà diversi incontri, nell’ambito dell’insegnamento in Immunologia, nei giorni 6, 7, 8 e 11 luglio nell’aula seminari del Dipartimento di Scienze mediche e biologiche, in piazzale Kolbe 4 a Udine.

È una grandissima occasione per ascoltare uno dei maggiori esperti nel campo dell’immunologia. Difatti il professor Cerutti può vantare un curriculum davvero notevole. Oltre ad aver pubblicato più di 55 articoli sulla regolazione e l’attivazione dei linfociti B sulle principali riviste internazionali, ha vinto diversi premi, ottenuto finanziamenti per le sue brillanti idee e partecipazioni a prestigiose società di Immunologia che raggruppano le migliori menti del settore, nonché molti inviti a presentare i risultati del suo lavori nei principali centri di ricerca internazionali.

Ad oggi Cerutti divide la sua attività tra la ricerca che svolge presso l’Istituto per la ricerca biomedica di Barcellona (Institució Catalana de Recerca i Estudis Avançats) e la cattedra di professore di Immunologia presso la Scuola di Medicina del Mount Sinai di New York.

Cerutti terrà diversi seminari che affronteranno tematiche inerenti la maturazione, il differenziamento dei linfociti B, la generazione della risposta immunitaria a livello delle mucose ed il ruolo dei linfociti B nella propagazione dell’infezione da HIV. Incontrerà anche gli studenti del corso di dottorato di ricerca in Biomedicina e Biotecnologie, del corso di laurea in Medicina e di quelli in Biotecnologie.

Carlo Pucillo, direttore del gruppo di Immunologia dell’Ateneo friulano, spiega che Il programma di internazionalizzazione e in particolare il reclutamento dei visiting professors, reso possibile dal contributo finanziario della Fondazione Crup, offre la possibilità di riaffermare il ruolo della ricerca e della didattica biomedica dell’Università friulana nei circuiti di produzione della conoscenza scientifica anche attraverso il proporre agli studenti interventi formativi di altissima qualità.

Per maggiori informazioni: http://www.uniud.it/

Pietro Marzocca

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy