• Google+
  • Commenta
22 agosto 2011

Aiuti finanziari per gli immatricolati in Sicilia

Gli atenei siciliani hanno già dato il via all’apertura dei bandi per l’assegnazione di posti letto e facilitazioni economiche per studio all’estero, ristorazione e acquisto dei libri.

Partecipando al bando degli atenei pubblici italiani si ha la possibilità di accedere a tali facilitazioni che non possono, però, essere attribuite a soggetti iscritti per più di una volta allo stesso anno di corso.

Possono partecipare al concorso tutti gli studenti iscritti o che intendono iscriversi per l’A.A. 2011/12 all’Università, ad altri istituti universitari statali o università non statali legalmente riconosciute, operanti sul territorio di competenza dell’Ente Regionale per lo studio universitario (ERSU).
La corsa alle borse di studio, tipica dell’inizio di ogni anno accademico, rappresenta una tappa cruciale per gli studenti interessati ad ottenere benefici.

Gli atenei siciliani hanno già dato il via all’apertura dei bandi per l’assegnazione di posti letto e facilitazioni economiche per studio all’estero, ristorazione e acquisto dei libri.

Partecipando al bando degli atenei pubblici italiani si ha la possibilità di accedere a tali facilitazioni che non possono, però, essere attribuite a soggetti iscritti per più di una volta allo stesso anno di corso.

Possono partecipare al concorso tutti gli studenti iscritti o che intendono iscriversi per l’A.A. 2011/12 all’Università, ad altri istituti universitari statali o università non statali legalmente riconosciute, operanti sul territorio di competenza dell’Ente Regionale per lo studio universitario (ERSU).

Inoltre, va precisato che il bando dell’Ente per il diritto allo studio universitario varia da regione a regione e sulla base della tipologia di studente che presenta la domanda.

Può trattarsi di un iscritto al corso di laurea specialistica/magistrale e laurea magistrale a ciclo unico, iscritti a corsi di specializzazione obbligatori per l’esercizio della professione e iscritti a corsi di dottorato di ricerca.

Gli aiuti finanziari che saranno assegnati per il prossimo anno accademico,comunque,privilegieranno gli studenti in situazione di invalidità non inferiore al 66 % o in situazione di handicap debitamente certificati.

Infine, il calcolo dei redditi familiari, i termini di formazione delle graduatorie e i fattori che comportano la revoca delle borse e agli allegati sono tutte circostanze alle quali va prestata attenzione perché ogni Ateneo ha regole indipendenti e agisce in base a criteri autonomi.

Dunque, se meritevole, lo studente otterà i benefici richiesti, fermo restando che non sono compatibili con analoghi benefici concessi da altri Enti pubblici o privati, anche in data successiva a quella di partecipazione al concorso annuale; qualora si verifichi una simile situazione lo studente dovrà scegliere l’uno o l’altro.


Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy