• Google+
  • Commenta
17 agosto 2011

Arriva (e spopola) il Corso di intelligenza!

Dall’Università di Stanford proviene l’idea: un corso di intelligenza artificiale gratis e online. Al giorno d’oggi, infatti, i software interattivi sono cosi’ evoluti da consentire persino lo svolgimento di corsi universitari di alto livello.
L’organizzazione del corso proviene da due dei massimi esperti mondiali del settore: Sebastian Thrun e Peter Norvig.

Thrun nel 2005 fu a capo di un gruppo di studenti e professori di Stanford che vinse il premio Darpa del Pentagono per aver realizzato un’auto robotica, chiamata Stanley ed idonea a percorrere fino a 212 chilometri di strade non asfaltate.

Di recente Sebastian ha guidato lo sviluppo di veicoli automatici sulla base di un progetto di Google,il cui direttore è invece Norvig. Quest’ultimo è un ex scienziato della Nasa ed è autore del principale libro di testo sull’IA.

La diffusione incredibile del corso si è avuta probabilmente a seguito di un’email che Peter mandò di recente alla direttrice esecutiva dell’Associazione per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale,la quale l’avrebbe poi spedita alla sua lista e da qui si sarebbe diffusa a macchia d’olio.

Infatti Norvig , durante l’estate, aveva cercato di pubblicizzare il corso in occasione di un seminario a cui aveva partecipato in Spagna, ma aveva raccolto in quel periodo solo 80 adesioni.

Gli iscritti che si contano ad oggi sono 58 mila: piu’ che un successo, un interesse cosi’ esteso da sorprendere persino gli stessi fondatori del corso che non sanno spiegarsi come abbiano fatto ad arrivare tante iscrizioni.

Requisito per la partecipazione ai corsi è giusto una conoscenza di matematica superiore, come algebra lineare e teoria delle probabilità; non ci sono costi nè limiti di età.

L’inizio delle lezioni è previsto per autunno e al loro termine verrà rilasciato «un attestato di conclusione corso».Gli studenti non avranno voti o crediti ma solo una graduatoria.

Vantaggioso appare, dunque ,questo innovativo progetto, il cui principale risvolto positivo -come i due massimi esperti mondiali del settore sottolineano- consisterà nell’utilizzo del servizio Google moderator per far votare agli studenti la migliore domanda da rivolgere ai docenti, i quali daranno risposte tramite la chat ed in formato video.

Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy