• Google+
  • Commenta
28 agosto 2011

Facoltà di Veterinaria a Lodi entro il 2015

La facoltà di Veterinaria a Milano si appresta a preparare le valigie: entro il 2015 infatti un complesso di circa 2500 persone tra studenti, docenti e personale impiegato, si trasferirà a Lodi, in una struttura circondata dal verde che attende solo di essere ultimata.L’edificio, o meglio, il complesso di edifici, necessita ancora di qualche ritocco. La data è slittata dal 2011 al 2015, ma entro quell’anno le strutture didattiche ancora mancanti saranno finalmente realizzate.

Si chiamerà Loditre Spa la “società di trasformazione urbana” promossa da Comune e Provincia di Lodi e Università degli Studi di Milano, e che avrà come scopo il completamento del polo universitario, grazie all’appoggio di un partner privato – per la scelta del quale è in procinto di partire una gara d’appalto.

l progetto prevede due edifici da tre piani su oltre 13 mila metri quadrati di superficie, destinati a sede dei dipartimenti, istituti della Facoltà, uffici, sala lauree, biblioteca. E poi un edificio per le aule, su un’area di oltre 5 mila metri quadrati, uno per i laboratori didattici, su 3.600 metri, le strutture di ricerca dipartimentali e la Casa dello studente, con i suoi 50 alloggi messi a disposizione del Cidis.

Il professor Dario Casati, pro-rettore vicario dell’Università di Milano e presidente del consorzio Cidis, dice ottimista: “Abbiamo finalmente un nuovo accordo di programma, e la sigla definitiva sul trasferimento entro quattro anni di tutta veterinaria a Lodi. Sono già stati spesi un sacco di soldi e non possiamo far altro che rimanere concentrati sul nostro obiettivo”.

E di soldi infatti se ne sono spesi davvero molti: 76 milioni 400.000 euro complessivi, dei quali 45 milioni 840.000 erogati dalla Statale di Milano, 11 milioni 460.000 euro dalla Regione Lombardia e 9 milioni 550.000 euro ciascuno dalla Provincia e dal Comune di Lodi. L’Università si farà carico di ulteriori 7 milioni 400.000 euro, che saranno destinati alla realizzazione dell’ospedale per piccoli animali (che si affiancherà alla già attiva clinica veterinaria), e non bisogna dimenticare i 6 milioni di euro serviti all’acquisto dell’edificio che oggi è diventato la Casa dello studente.

Sperando che questo bel complesso non diventi un altro immobile fatiscente e inutilizzato, come i tanti che vengono denunciati a Striscia la Notizia.

Marilena Grattacaso

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy