• Google+
  • Commenta
6 agosto 2011

Marco Polo non arrivò mai a Pechino secondo Daniele Putrella

I Viaggi di Marco Polo
I Viaggi di Marco Polo

I Viaggi di Marco Polo

Secondo la tesi di Daniele Putrella, archeologo dell’Università di Napoli, Marco Polo, andò oltre il Mar Nero.

Nell’intervista rilasciata al mensile Focus Storia afferma infatti che a suo parere”si fermò molto prima”e che raccolse da fonti di seconda mano le notizie scritte sul Milione.

Questo archeologo fu anche direttore di una missione italiana in Giappone e proprio quanto emerse nel corso di quella missione archeologica gli suscitò dubbi in merito a quel viaggio.

Non si hanno prove concrete inerenti a questo aspetto dei racconti del veneziano più famoso del mondo,che comunque sarebbe venuto in contatto con viaggiatori persiani;restano imprecisioni sugli eventi storici per incertezza,elementi mancanti e la bussola dimenticata.

Prove a sostegno della tesi dell’archeologo sembrerebbero, invece, molteplici. Basti pensare ad uno dei più importanti avvenimenti storici che si trova enunciato nel Milione: le spedizioni di Kublai Khan per invadere il Giappone.

I tentativi furono due,uno nel 1274,l’altro nel 1281 ma le circostanze che li caratterizzarono sono descritte in modo confuso da Marco Polo e ciò suscita sospetti: un testimone è molto raro mescoli fatti separati da sette anni.

Nei racconti del viaggiatore inerenti al Giappone,che appare come un paese ricchissimo con i tetti dei palazzi coperti d’oro,emergono dati riguardanti la prima tentata invasione o meglio la sua premessa costituita dalla spedizione dei delegati mongoli.

La descrizione della flotta che parti’ dalla Corea e il tifone che la affondò prima di raggiungere le coste giapponesi, è un evento che risale invece al 1281.

Inoltre,va detto quanto Marco Polo sia stato sintetico nel descrivere la flotta mongola,riportando solo le dimensioni delle imbarcazioni,e quanto sia stato impreciso nel riportare il numero degli alberi delle navi.

Per finire,non è esatta neppure la descrizione delle imbarcazioni come vascelli da guerra-erano in realtà navi mercantili ed è bizzarra la mancanza di accenni alla bussola, di invenzione cinese».

Dunque,non ci sono in realtà elementi per giungere ad una verità definitiva;quello che si sospetta in base ai molteplici indizi che si possegono sulla questione,è che M. Polo non sia mai arrivato fino a Pechino.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy