• Google+
  • Commenta
4 agosto 2011

Fumo, diabete, obesità e la salute del cervello

Uno studio condotto da Charles De Carl ha fatto emergere la correlazione tra comparse di lesioni a livello vascolare e sintomi come il fumo, il diabete, la pressione alta ed il sovrappeso.

A condurre tale ricerca, che ha coinvolto più di 1300 persone e che è durata circa dieci anni,sono stati studiosi e ricercatori dell’Università della California, i quali hanno evidenziato questo legame.

La riduzione delle capacità celebrali e questi sintomi è ormai un dato di fatto che siano collegati in modo diretto: la capacità di pianificare decisioni e alcune abitudini diminuiva considerevolmente in base ai risultati dei test effettuati.

Le persone sono state sottoposte a controlli costanti di circonferenza della vita, indice di massa corporea, pressione sanguigna, controlli inoltre al colesterolo e diabete.

Quello che emerso è un peggioramento più veloce nelle prestazioni in test funzionali, di pianificazione per le persone con pressione alta;la perdita di volume dell’ippocampo, fondamentale per la memoria, per coloro che soffrivano di diabete, lo stesso vale per i fumatori rispetto ai non fumatori. Il sovrappeso è invece responsabile di un più rapido declino cognitivo.

Dunque, l’ideale sarebbe improntare le nostre abitudini allo sport; l’attività fisica è importantissima e ha effetti benefici, come ha confermato un articolo sul Journal of Applied Physology.

Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata