• Google+
  • Commenta
12 agosto 2011

Il mattino non ha la sigaretta in bocca…

Brutte notizie per quanti sostengono e pensano che fumare appena svegli sia la cosa più bellla del mondo.

Una ricerca Usa condotta da un team di ricercatori del College Of Medicine, della Penn State University Hersey, sostiene che fumare una sigaretta nei primi 30 minuti della giornata incrementa notevolmente il rischio di sviluppare un tumore ai polmoni, alla testa e al collo. Secondo i dati di due analisi pubblicate da Cancer, se la prima sigaretta viene accesa entro mezz’ora la probabilità di contrarre un tumore aumenta dell’1,79% (ai polmoni) e dell’1,59% (alla testa e al collo). Il rischio diminuisce leggermente se si fuma durante la seconda mezz’ora dal risveglio: rispettivamente dall’1,79% all’1,31% e dall’1,59% all’1,42%.

I ricercatori hanno esaminato 4.776 fumatori malati di cancro ai polmoni e 2.835 fumatori non affetti da malattie. Hanno mostrato che i pazienti che fumano nei primi trenta minuti dopo essersi svegliati hanno il 79% di probabilità in più di aver sviluppato un tumore rispetto a quelli che aspettano almeno un’ora. I ricercatori hanno evidenziato che l’effetto «del momento della prima sigaretta» era presente anche dopo la correzione statistica di altri fattori come il numero di bionde accese in un giorno.
L’effetto, inoltre, è indipendente dal numero di sigarette fumate. “Questi fumatori hanno livelli maggiori di nicotina e, forse, di altre tossine di tabacco nell’organismo”, precisa uno degli autori degli studi, Joshua Muscat del Penn State College of Medicine di Hershey (Stati Uniti).

Ne consegue che sarebbe meglio smettere, ma fino a quando il Governo non istituirà percorsi alternativi al fumo e leggi un pò più serie contro questa disdicevole pratica prepariamoci ad ammirare mattini grigi e masse di uomini e donne spenti in a fila presso tabaccai che non vedranno l’ora di intascare quei dannati euro.
Ma se il costo delle sigarette aumentasse? Non cambierebbe nulla. I professionisti del fumo ormai son diventati bravissimi ad arrotolare cartine e derivati e del cancro e compagnia bella chissenefrega.

Per quanto si sa, il cancro è il quarto segno zodiacale, è un poeta, un sognatore con una forte sensibilità, e i granchi costano un botto.

Da far venire i crampi allo stomaco.

E’ questo ve lo assicuro, non è per nulla romantico.

Gaetano Santandrea

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy