• Google+
  • Commenta
7 agosto 2011

Il rettore UniPa interviene circa lo sgombero del Consorzio agrario dell’ateneo

“La struttura dell’ex Consorzio agrario del nostro ateneo è al momento inagibile non avendo nemmeno garanzie di sicurezza e di igiene. Mi sono mosso in prima persona perchè questo edificio possa in breve tempo essere ristabilito in tutta la sua funzionalità”.

E’ con queste parole, che il magnifico rettore dell’Università degli studi di Palermo prof Roberto Lagalla, è intervenuto in merito allo sgombero da parte delle forze dell’ordine del collettivo di ragazzi che occupava abusivamente l’edificio di via Archirafi.

Il suo intervento è poi proseguito con queste parole:

C’è bisogno di trasparenza e legalità quando si parla di beni che riguardano il prossimo. Non è possibile agire con approssimazione. L’ex Consorzio agrario è costituito da un corpo centrale e da due strutture laterali. Già si è provveduto a rendere agibili sei aule nell’attesa del progetto complessivo di recupero. Tale struttura al termine dei lavori potrà avere numerose aule, biblioteche e laboratori per un costo complessivo di circa 12 milioni di euro. Essa potrà ospitare anche gli studenti della facoltà di Scienze e di Farmacia. Mi auguro però che tale struttura possa essere apprezzata in maniera unanime da tutti gli studenti del nostro ateneo“.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy