• Google+
  • Commenta
27 agosto 2011

Morbo di Parkinson: Nuove speranza dall’Inghilterra

Un gruppo di ricercatori delle Università di Londra e di Edimburgo ha ricreato per la prima volta in laboratorio le cellule cerebrali affette da Morbo di Parkinson.

Si tratta di un esperimento il cui fine risiede nello studio della struttura e dei meccanismi dei neuroni malati, quindi nella ricerca di una cura definitiva che possa debellare la patologia.

Lo studio è stato finanziato interamente dall’Ente Parkinson United Kingdom ed offre aperture a nuovi orizzonti risolutivi.

Il Morbo di Parkinson è una malattia che colpisce prevalentemente i neuroni concitandone degenerazione ed invecchiamento precoce. Le cellule colpite sono coinvolte nella produzione di un sintomatico neuro-trasmettitore, la dopamina, da cui dipendono i movimenti corporei.

Le cause del Morbo sono ancora del tutto sconosciute. Tuttavia, i suoi effetti risultano tristemente deleteri. La riduzione di circa il 50% dei neuroni dopaminergici genera una limitata stimolazione dei recettori da cui l’insolito tremore, ergo la neuro-degenerazione.

Secondo Kieran Breen, coordinatore dello studio: “La riproduzione dei neuroni malati è funzionale ad una nuova visione del Morbo. Modellare la malattia in laboratorio ci permette di testare nuovi farmaci in grado di invertire la condizione degenerativa o di attutirla”.

Antonio Migliorino

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy