• Google+
  • Commenta
22 agosto 2011

Tradimenti: questione di orgoglio

L’ Università di Guelph , attraverso il suo team di studiosi, è giunta alla conclusione che gli uomini più propensi al tradimento sono quelli affetti da con ansia da prestazione e facili a eccitarsi, in quanto “per un uomo con problemi riguardo la propria insicurezza sessuale – spiega Robin Milhausen, ricercatrice del team canadese- avere una relazione extraconiugale o cedere a una scappatella, può dargli la sensazione di avere una “via di scampo” se le cose non dovessero andare bene”.Quante donne dopo esser state tradite dal proprio partner si sono chieste il perchè di un simile atto?

Beh! Eccovi accontentate.

Il segreto ce lo svela l’ Università di Guelph che, attraverso il suo team di studiosi, è giunta alla conclusione che gli uomini più propensi al tradimento sono quelli affetti da ansia da prestazione e facili a eccitarsi, in quanto “per un uomo con problemi riguardo la propria insicurezza sessuale – spiega Robin Milhausen, ricercatrice del team canadese- avere una relazione extraconiugale o cedere a una scappatella, può dargli la sensazione di avere una “via di scampo” se le cose non dovessero andare bene”.

Lo studio pubblicato sulla rivista scientifica “Archives of Sexual Behaviour” ha visto il coinvolgimento di 506 uomini e 412 donne, tutti impegnati in una relazione stabile (il rapporto di coppia andava da un minimo di tre mesi a un massino di circa 43 anni).

I partecipanti dovevano rispondere ad un questionario caratterizzato da domande legate a fattori demografici quali il credo religioso, l’educazione, il reddito, le relazioni sociali e di coppia e, infine, la sessualità.

Dal questionario è emerso che per entrambi i sessi i fattori più importanti sono stati la qualità e il carattere delle relazioni sociali rispetto alla religione, lo stato civile e l’istruzione.

Per quanto riguarda, invece, il fattore sessualità si è potuto riscontrare come gli uomini e le donne avessero dato motivazioni diverse in merito al perché cedevano alla cosiddetta “scappatella”.

Ovviamente il genere che tradisce di più è quello maschile con il 23%.

La motivazione? Orgoglio maschile. Infatti gli uomini che tradiscono di più sono quelli che soffrono di ansia da prestazione o si eccitano facilmente e trovano nella scappatella il modo per rimediare ai loro rapporti di coppia “scadenti”.

E le donne?
Anche il gentil sesso in fatto di scappatelle, purtroppo, non scherza essendo a quota 19% ma le motivazioni sono del tutto diverse da quelle maschili, infatti non è l’orgoglio a prevaricare ma l’insoddisfazione che provano nel rapporto con il proprio partner.

Ovviamente qui nessuno vuole difendere nessuno, sono cose, queste che oltre al non essere fatte non andrebbero proprio pensate.

Quindi cari uomini e donne prima di tradire i vostri partner non sarebbe più semplice parlare? E chissà cercare insieme di sistemare le cose? A cosa può mai portare una relazione basata sui segreti e sulle bugie inconfessabili?

In una coppia è doveroso dirsi tutto ed affrontare insieme i problemi, perché è uniti che una coppia va avanti, non si va avanti aggirando l’ostacolo cadendo nella tentazione del tradimento perché se una persona è disposta a tradire non ama e se non ama è inutile che continua a stare con una persona illudendola di aver trovato l’amore della sua vita. Non trovate?

Dora Della Sala

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy