• Google+
  • Commenta
29 settembre 2011

Nasce all’Università di Macerata l’Istituto Confucio

L’Università di Macerata diventa luogo di incontro tra i numerosi cinesi che studiano in Italia e gli italiani, terreno di comunione tra le due culture.

Nasce infatti all’Università marchigiana l’Istituto Confucio dalla collaborazione tra l’ente cinese Hanban, la Normal University di Pechino e l’Università di Macerata, un ponte di connessione tra le Marche e la Repubblica Popolare cinese, importante per gli operatori economico-commerciali italiani che guardano oltre nazione.

L’istituto sarà inaugurato il 4 Ottobre, ma a partire dal giorno 3 vi saranno manifestazioni dedicate alla cultura cinese come spettacoli, una mostra d’arte a Palazzo Bonaccorsi, eventi musicali e rassegne cinematografiche aperte a tutte.

Ad introdurre i lavori di inaugurazione il Magnifico Rettore dell’Unimc Luigi Lacchè, a cui seguiranno gli interventi dell’Ambasciatore della Repubblica Popolare Cinese in Italia S.E Ding Wei, Gian Mario Spacca Presidente delle Marche, Romano Carancini Sindaco di Macerata, il Prefetto Vittorio Piscitelli, il Presidente della provincia maceratase Antonio Pettinari e il Presidente del Consiglio dell’Università Normale di Pechino Liu Chuansheng.

La Confucio di Macerata vede il patrocinio della Regione Marche, Provincia di Macerata, Comune di Macerata, la Prefettura, Confindustria Macerata e Camera di Commercio Macerata e ha come partner la Società Filarmonico Drammatica e DongFang Cinema dell’Estremo Oriente.

Hanban è la casa madre di tutti gli Istituti Confucio, un’istituzione pubblica affiliata con il Ministero cinese della Pubblica Istruzione che soddisfa le esigenze degli studenti cinesi e stranieri che contribuiscono alla diffusione del multiculturalismo.

Programma tre giorni

Video annuncio del rettore Luigi Lacchè

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata