• Google+
  • Commenta
7 settembre 2011

Nati per parlare!

Esseri umani nati per parlare? Ne parlano i medici dell’Università Vita – Salute San Raffaele di Milano con una ricerca, coordinata da Daniela Perani, la quale asserisce che nei primi giorni di venuta al mondo nel cervello dei neonati vi è un network di connessioni che sono predisposte per le facoltà del linguaggio.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Pnas ed è stata condotta tramite l’osservazione di 15 neonati sani provenienti da famiglie ove si parla una sola lingua. E’ caratteristica tipica degli esseri umani, asserisce la ricerca, ricevere stimoli dall’ambiente per parlare, un fenomeno che si è sempre dato per innato (come ben studiato da psicologi e filosofi del linguaggio nel ‘900).

E’ presente dunque alla nascita una rete bilaterale frontotemporale che ha predominio sull’emisfero sinistro del cervello. Negli ultimi decenni la ricerca scientifica si è sempre interrogata su se questa rete fosse presente già alla nascita.

Per capirlo, la dottoressa Perani ha misurato l’attività del cervello di alcuni neonati da uno ai tre giorni di vita. L’ascolto di una fiaba, con tre diversi tipi di condizioni (discorso normale, intonazione espressiva usata con i bambini, discorso a labbra chiuse rispettando la prosodia -ovvero ritmo, accento, intonazione- e con intonazione che non rispetta la prosodia) è stato lo strumento per capire quali zone del cervello umano abbracciano l’eleborazione dei suoni e della prosodia intera (aree differenti negli adulti).

E’ stato dimostrato che le aree che interessano il sistema del linguaggio sono attive mentre i neonati ascoltavano la fiaba.
Le aree sono attive con il discorso normale, meno attivo con il discorso a labbra chiuse, e non si attivano completamente con il discorso appiattito.
Questo a dimostrare che i neo venuti al mondo elaborano informazioni fonologiche, che interessano il suono e la prosodia.

I risultati ottenuti indicano che anche nei neonati a soli due giorni vita il substrato neurale legato al linguaggio è del tutto attivo in entrambi gli emisferi. Sebbene il cervello risponda al linguaggio parlato già alla nascita, – dichiarano i ricercatori – le connessioni funzionali al linguaggio maturano progressivamente e si stabiliscono durante la crescita tramite l’esposizione al contesto linguistico“.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy