• Google+
  • Commenta
19 settembre 2011

Presentato a Novara nuovo assetto dell’Università del Piemonte Orientale

Le prime ad aver dato il nuovo assetto al proprio Ateneo, adattandolo alla Riforma Gelmini, sono state le università di Bologna e Firenze. E’ stato presentato il nuovo accademico all’Università del Piemonte Orientale presso la presidenza della facoltà di Economia dal rettore Paolo Luciano Garbarino, illustrando quali saranno i cambiamenti in atto nell’anno accademico 2011/2012.

Al via dunque l’accorpamento delle facoltà, che spariranno, nei corsi di laurea preesistenti. Un solo dipartimento in Economia e due in Medicina :

«La grande novità del prossimo anno accademico sarà la scomparsa delle Facoltà, che si trasformeranno in dipartimenti, all’interno dei quali continueranno a sussistere i corsi di laurea. La struttura del dipartimento unificherà la ricerca e la didattica, che nell’Università sono le due facce della stessa medaglia».

Tra le novità introdotte, annuncia il rettore, la collaborazione attiva degli studenti in Medicina con l’ospedale di Novara:

«A Novara Economia e Farmacia saranno strutturate sotto forma di un unico dipartimento, mentre Medicina ne avrà due, e anche una Scuola, l’unica in tutto l’Ateneo, finalizzata a coordinare i due dipartimenti, da un lato, e a interfacciarsi con l’Ospedale Maggiore della Carità, per l’attività assistenziale e pratica degli studenti che qui si misurano con la loro futura professione».

La nuova struttura dell’Ateneo avrà nuovi dipartimenti che sostituiranno le vecchie facoltà, le quali verranno chiuse definitivamente entro il 31 dicembre 2011. Ogni dipartimento avrà un solo direttore. Il nuovo statuto, che contiene queste novità, è stato approvato dagli organi collegiali l’11 luglio 2011 e in via definitiva avrà l’approvazione ufficiale dal Ministero della Pubblica Istruzione.

Nuovi organi collegiali con funzioni rivedute e corrette, per l’ateneo che ha sedi a Novara, Alessandria e Vercelli, per un anno accademico che conta lo stesso numero di iscritti rispetto allo scorso anno.
Il Consiglio di Amministrazione avrà la totale gestione dell’università, stabilendo l’apertura e la chiusura dei corsi di laurea. Il mandato rettoriale durerà sei anni, e dalla prossima primavera (periodo in cui sarà eletto il nuovo rettore), il rettore avrà in mano poteri più forti e in linea con le nuove norme previste dalla riforma.

Le facoltà dell’Università del Piemonte Orientale :

· Economia
· Farmacia
· Giurisprudenza
· Lettere e Filosofia
· Medicina e Chirurgia
· Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
· Scienze Politiche

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy