• Google+
  • Commenta
10 settembre 2011

Ricercatore dell’Università G.D’Annunzio di Chieti scopre stella supernova

Dall’Università Gabriele D’Annunzio di Chieti arriva una buona notizia stellare. E’ stata scoperta una stella supernova (una stella che esplode, come esplose il genio artistico del Vate) dal giovane ricercatore Giovanni Iezzi, un laureando del dipartimento di Scienze, collaboratore del professor Francesco Stoppa ordinario di Geochimica e Vulcanologia dell’università ‘G.D’Annunzio’ di Chieti-Pescara.

Il professor Stoppa, fiero dei risultati della scoperta, commenta la stella supernova PTF10ops, di tipo Ia (SN Ia), affermando che “la curva di luce e le proprietà spettrali della supernova erano inconsuete e mai osservate finora“.

Una supernova inusuale, un pò lontana dalle galassie più note, anziana di età ma anche un pò abruzzese. La scoperta è stata pubblicata sul giornale Royal astronomical Society, dove il merito va anche a dei giovani laureandi :

E’ stato un gruppo di giovani ricercatori ad identificare il fenomeno. Ogni giorno essi fanno il lavoro che scienziati e astronomi non possono svolgere perché lungo e farraginoso. E cioè catturano con i telescopi centinaia di migliaia di immagini che poi devono essere setacciate e controllate. Proprio durante uno di questi controlli in una foto è stata rilevata una variazione di luminosità che non apparteneva né ad un satellite, né ad un pianeta.

Era una supernova che si trovava in una porzione di universo lontana da noi e non all’interno di una grande galassia ma dentro una galassia ospite più piccola e debole.”

Sarà il Sunday Times ad intervistare il vero leader della scoperta, il giovane Iezzi, al quale viene rivolto un particolare ringraziamento dal professor Stoppa :

Un particolare merito va a Iezzi anche per l’impegno che dimostra nel registrare la rottura delle rocce prima che si manifesti l’evento sismico presso il laboratorio di vulcanologia. Un contributo importante, vista l’alta sismicità dell’Abruzzo. Dal momento che – conclude – non siamo in grado di costruire strutture antisismiche cerchiamo di prevenire questi eventi con il monitoraggio“.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy