• Google+
  • Commenta
26 settembre 2011

“Selvicultura e conservazione del suolo”: all’uniCal

Ancora una volta Rende e L’UniCal, saranno teatro di un importante evento di valenza nazionale.

Dal 4 al 7 ottobre prossimi, presso il Centro Congressi dell’Università della Calabria e presso la Sala Conferenze del Centro del Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura di Rende(CRA), si svolgerà il VII congresso nazionale della Società Italiana di Selvicoltura ed Ecologia Forestale.

Evento organizzato dal Dipartimento di Difesa del Suolo dell’Università della Calabria, dal Dipartimento Agronomia, Foreste e Territorio del CRA e dall’Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), con il Patrocinio dell’Università della Calabria e del Corpo Forestale dello Stato. Al centro del dibattito, uno dei temi più sentiti, considerata la morfologia del territorio calabrese e le problematiche legate a smottamenti, frane e incendi che spesso interessano il territorio regionale, causando disagi e danni ingenti. Si parlerà, infatti di: “Selvicoltura e conservazione del suolo: la sfida europea per una gestione territoriale integrata”. Una tematica multidisciplinare quindi, che abbraccia ambiti e competenze diverse e che può condurre a una riflessione ampia e partecipata.

L’evento si inserisce nel quadro dei programmi organizzati su scala mondiale dell’ Anno delle Foreste e vedrà la partecipazione di illustri studiosi provenienti da Stati Uniti, Spagna e Istituti di Ricerca della Commissione Europea. Nella seduta plenaria inaugurale, in cui si affronterà la questione “Foreste, paesaggio e protezione del territorio (erosione, desertificazione, fornitura di servizi al territorio agro-pastorale)” saranno coinvolte anche la Società Italiana di Agronomia e la Società Italiana di Pedologia.

Il programma completo consultabile sul sito www.sisef.it, prevede l’articolazione dei lavori in nove sessioni parallele che si svilupperanno nei giorni del congresso e affronteranno aspetti e problemi specifici quali: l’arboricultura, il problema della salvaguardia della biodiversità, i metodi per prevenire e combattere la piaga degli incendi, la protezione del territorio tramite l’innesto di piante e alberi, la tutela del paesaggio e del territorio rurale. Inoltre, sarà dato spazio a riflessioni e dibattiti sull’evoluzione climatica, sulla conservazione biologica del territorio e sulle attività forestali volte alla tutela ambientale e alla creazione di sistemi innovativi di gestione del patrimonio forestale. Il 7 ottobre i lavori volgeranno al termine e l’evento si concluderà con un’ escursione sui monti silani.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy