• Google+
  • Commenta
7 settembre 2011

Unipd: l’Università di Padova difende il titolo nella competizione tra Atenei

La ventunenne di Chioggia Silvia Zennaro, fresca campionessa mondiale e italiana di Classe Europa e vincitrice del Campionato Italiano della Classe Laser Radial, e la coetanea veneziana Laura Cosentino, attuale campionessa Laser Radial nel Campionato Italiano Classe Olimpiche, timoneranno le imbarcazioni Aura e Argo progettate dal team Project R3 dell’Università degli Studi di Padova nella regata tra Atenei “1001Vela Cup”.

Riconfermarsi al vertice nella competizione 2011 sarà particolarmente impegnativo, vista la partecipazione di sedici derive, dieci delle quali progettate da università italiane, e soprattutto dopo il primo posto vinto lo scorso 17 ottobre dallo scafo Argo.

Tutto ciò ha richiesto un intenso e accurato lavoro di affinamento delle prestazioni anche perché i due skiff devono rispettare gli standard del concorso scientifico-sportivo “Mille e una Vela per l’Università”. Questa manifestazione prevede appunto la progettazione e la realizzazione, da parte degli studenti, di una barca a vela di limitate dimensioni, con tecnologie accessibili, limitazioni sulla scelta dei materiali e costi contenuti che si deve poi confrontare in una regata interuniversitaria.

Il progetto di uno skiff, una tipologia di barca a vela con deriva caratterizzata da pescaggio minimo e linee d’acqua allungate che permettono di sviluppare grandi velocità, da 15 piedi rispondente a caratteristiche e a requisiti predefiniti è dunque una sfida nella sfida, ma è stato il successo della performance ottenuta da Argo che ha spinto gli studenti del team Project R3, i professori dell’Ateneo patavino e i consulenti esterni a progettare Aura, figlia appunto dell’esperienza appresa con Argo e delle migliorie e innovazioni ottenute nel campo della ricerca.

Da domani giovedì 8 a domenica 11 settembre, nelle acque siciliane di Mondello vicino a Palermo, saranno quindi i due scafi padovani, Aura (ancora timonata da Silvia Zennaro) e Argo (sotto la guida di Laura Cosentino), a difendere il titolo vinto lo scorso anno da Aura, timonata allora da Silvia Zennaro e Giacomo Pelliccioli, che aveva sopravanzato le 13 imbarcazioni di nove università, ben tre delle quali costruite dal Politecnico di Milano.

Il team Project R3, composto da studenti del Corso di laurea in Ingegneria Meccanica e Aerospaziale e del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università di Padova è capitanato quest’anno da Elia Buroni che ha sostituito Giacomo Pelliccioli già responsabile negli anni precedenti e promotore del progetto con il Preside della Facoltà di Ingegneria Pierfrancesco Brunello. L’attuale responsabile e coordinatore del progetto è il professor Andrea Lazzaretto, coadiuvato dall’ing. Marco Antonello.

La progettazione e la realizzazione degli scafi di Aura e Argo sono stati condotti sotto la guida dell’ing. Cristiano Battisti e dell’arch. Ugo Pizzarello e in collaborazione con il Consorzio Cantieristica Minore Veneziana, il Cantiere Alto Adriatico di Monfalcone, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare di Legnaro (PD), La Compagnia della Vela di Venezia, 3C (Commerciale Chimica Colori), Ronstan, Olimpic Sails e Super Spars.

Serena Valeriani

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy