• Google+
  • Commenta
27 settembre 2011

Unito: Convegno internazionale della Società di linguistica italiana

Mercoledì 28 settembre 2011 nell’aula magna del Rettorato dell’Università di Torino (via Verdi, 8) appuntamento alle 10.30 con il XLV Congresso Internazionale della Società di Linguistica Italiana. Il filo conduttore dell’evento è “Coesistenze linguistiche nell’Italia pre- e postunitaria”.

Gli incontri torinesi sono gli ultimi di una tre giorni svoltasi tra Piemonte e Valle d’Aosta. Il congresso è realizzato in collaborazione con il CIEBP (Centre d’Information sur l’Education Bilingue et Plurilingue), con il contributo della Regione Autonoma Valle d’Aosta e della Fondazione CRT, con il patrocinio della Città di Torino, per le celebrazioni di Esperienza Italia 150°, sotto l’Alto Patronato del Capo dello Stato.

In Rettorato ci sarà la prolusione di Francesco Sabatini (La forza di una lingua) per la sezione intitolata “Lo scenario dell’italiano alla data dell’Unità e oggi”.

Nel pomeriggio, i lavori si trasferiranno al Teatro Carignano (Piazza Carignano 6, Torino) gentilmente messo a disposizione dal Comune di Torino, dove Alberto Sobrero (Università di Lecce) pronuncerà l’intervento di chiusura del Congresso (Italiano regionale: fra tendenze unitarie, risorgive dialettali e derive postalfabetiche ), seguito da una Tavola Rotonda con Gianluigi Beccaria (Università degli Studi di Torino) e Tullio De Mauro (Università “La Sapienza” di Roma) e Gustavo Zagrebelsky (Università degli Studi di Torino) a proposito di Parole che uniscono, parole che dividono: alla raggiunta unità linguistica è corrisposta una unità politica di segno uguale?.

I lavori pomeridiani al Teatro Carignano sono aperti (con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti) a tutti gli interessati. La giornata si chiuderà con i saluti di Tullio Telmon, Presidente uscente della Società di Linguistica
Italiana.

Scopo del congresso è ripercorrere le tappe che hanno portato all’affermarsi dell’Unità linguistica italiana e di esaminare il significato del multilinguismo e dell’educazione plurilingue nell’età della globalizzazione. Si
svilupperanno tematiche specifiche riguardanti la storia linguistica delle popolazioni italiane: la lingua nazionale e le sue varietà, i dialetti, le lingue di minoranza tradizionali, l’immigrazione, l’italiano tra le lingue d’Europa e del mondo, la realtà educativa e sociolinguistica.

Domani martedì 27, al Forte di Bard, Emanuele Banfi (Università degli Studi di Milano Bicocca) aprirà i lavori della sezione intitolata “L’italiano fra le lingue d’Europa: usi, funzione, prestigio”. Seguirà l’intervento in seduta plenaria di Suzanne Romaine (University of Oxford) per la sezione dedicata a “Plurilinguismi e lingua nazionale: forze centripete, forze centrifughe”.

Le attività di domani proseguiranno con le assemblee delle associazioni scientifiche.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy