• Google+
  • Commenta
22 settembre 2011

Università Salerno: Racinaro assolto

Si chiude il sipario su una storia durata ben 15 anni che ha visto coinvolto Roberto Racinaro, professore dell’Università di Salerno.

Racinaro, all’epoca dei fatti Rettore dell’ateneo salernitano, venne condannato dalla Corte d’Appello di Napoli a scontare una pena di 5 mesi e 20 giorni per il reato di falso.

Gli vennero contestati decine di capi di imputazione che, nel corso degli anni, sono venuti meno attraverso le più ampie formule assolutorie.

Pur avendo rinunciato alla prescrizione il professor Racinaro venne comunque ritenuto dalla Corte di Appello colpevole per un unico residuo reato di falso ipotizzato nella redazione di una Relazione inviata alla Corte dei Conti che i suoi legali Vincenzo Siniscalchi, Gerardo Grisi e Gaetano Balice avevano fin dal principio contestato in quanto il documento originale era inesistente e di conseguenza vi era l’ impossibilità della consumazione del reato.

Ed è proprio per questo motivo che la VI sezione penale della Corte di Cassazione ha capovolto la sentenza della Corte di Appello di Napoli accogliendo il ricorso di Racinaro e assolvendo lo stesso”perché il fatto non costituisce reato“.

L’ importante sentenza, ancorché resa dopo quindici anni di sofferenza giudiziaria dell’illustre docente – dicono con soddisfazione gli avvocati – riconosce definitivamente la sua assoluta innocenza e lo riabilita come studioso, come amministratore e come cittadino“.

Dora Della Sala

Google+
© Riproduzione Riservata