• Google+
  • Commenta
8 ottobre 2011

Aggressione fascista a Roma 3

Le attività di Ateneo dell’Università Roma 3 iniziano con un fatto dipinto a tinte nere, che deve far riflettere sulle condizioni in cui versano le grandi metropoli europee. Giorno 3 Ottobre: due studenti dell’Università capitolina sono stati picchiati da un gruppo di neo fascisti in via Chiabrera (quartiere San Paolo), nei pressi della Facoltà di Scienze Politiche.

I due ragazzi erano intenti a staccare dai muri alcuni manifesti del Blocco Studentesco, movimento italiano di ispirazione fascista, dalle strutture vicine alla loro facoltà quando sono stati aggrediti e presi a cinghiate da un manipolo di studenti aderenti al gruppo neo fascista della stessa università.

In un primo momento hanno subito insulti da parte dei giovani camerati, in seguito i due studenti sono stati picchiati con il ferro delle cinture del gruppetto aggressore.

Primo giorno di lezioni all’Università e prima violenza squadrista – ha dichiarato Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI – il nuovo anno comincia peggio di quello precedente. Le Autorità accademiche si interroghino a fondo sulla presenza sistematica di organizzazioni smaccatamente al di fuori del dettato costituzionale, spesso appena travisate.

Ed il Sindaco Alemanno – ha concluso – che tra le tante preoccupazioni non manifesta mai quella per i rigurgiti neofascisti, non sottovaluti la tensione che crea il ripetersi di tali scorribande in quartieri come i nostri, con passato e presente fortemente intrisi di democrazia e antifascismo“.

Un fatto grave, che rasenta un’ involuzione dei centri urbani delle metropoli, con credenze e convinzioni che guardano al passato. L’aggressione ha scosso la vita del quartiere romano- I residenti hanno raccontato di aver visto, la sera precedente, sessanta persone scortate da pattuglie con lampeggianti accesi attaccare alcuni manifesti del partito di ispirazione neo fascista sui muri dell’Università.

Ti svegli la mattina, trovi il tuo quartiere imbrattato dai manifesti di un gruppo che non si vergogna a definirsi i fascisti del terzo millennio – racconta uno dei due ragazzi aggrediti – e quando cerchi di togliere quei manifesti dai muri delle tue case, dieci persone ti circondano e ti prendono a cinghiate“.

Avvenimenti assurdi che devono essere denunciati dalle istituzioni universitarie e politiche poiché il silenzio potrebbe ravvisare una certa giustificazione, insensata. Gente appartenente a gruppi che si rifanno ad eventi del passato diventati incostituzionali i quali non vengono allontanati dalle elezioni all’interno dei gruppi studenteschi, così come qualcuno ha raccontato. Non ultimo, a maggio, l’increscioso episodio dell’aggressione a un ricercatore della Roma 3.

Gianluca Peciola, Consigliere provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà, si è espresso sui mancati provvedimenti del rettore contro gli atti di violenza perpretati nell’ ateneo :

Abbiamo più volte espresso preoccupazione per il forte radicamento di organizzazioni che si richiamano apertamente al fascismo all’interno degli atenei. Non è possibile che formazioni di estrema destra agiscano indisturbate nelle Università con provocazioni e atti di violenza che alimentano il clima di odio politico.

Chiediamo al Rettore di intervenire al più presto per ripristinare la legalità e l’agibilità democratica all’interno dell’ateneo romano. E’ necessario che le Istituzioni non sottovalutino questi atti di violenza e che sia ristabilito un clima di libero confronto democratico all’interno degli atenei“.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy