• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2011

Campus Bio-Medico: la governatrice Polverini all’inaugurazione del nuovo accademico

Un’ospite d’eccezione era presente all’inaugurazione del nuovo Anno Accademico del Campus Bio-Medico, la governatrice della Regione Lazio Renata Polverini che ha colto l’occasione per rimarcare la convenzione fra il sistema sanitario nazionale e il Policlinico Universitario del Campus per quel che concerne l’erogazione di alcuni servizi sanitari, considerato “il rapporto leale, di assoluta collaborazione e di responsabilità che abbiamo stabilito fin dal mio insediamento, ci ha permesso di decidere gli strumenti a voi necessari per integrarvi nel sistema sanitario della Regione.”

A questo proposito è anche intervenuto il presidente del campus, Paolo Arullani, che ha voluto sottolineare “la volontà del Campus Bio-Medico di realizzare un modello di assistenza sanitaria capace di avere un equilibrio di gestione, anziché creare deficit sulle spalle della comunità”, bisogna ricordare che il Policlinico Universitario prevedeva un accordo con la Regione Lazio per l’accreditamento al SSN di 400 posti, ma ad oggi i posti concessi sono soltato 258.

Questo fatto, unito alla crisi generale che stiamo vivendo, ci ha imposto una severa disciplina manageriale nella gestione del Policlinico Universitario”, spiega Gianluca Oricchio, Direttore Generale del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico che ha anche precisato le misure attuate per ridurre i costi che han permesso dal “reggere l’urto della crisi, a migliorare la struttura dei costi e a potenziare i ricavi, a guadagnare 5 punti nella scala di affidabilita’ che ci riconoscono le banche”.

Tra le misure vi sono la riduzione volontaria dello stipendio da parte di tutti i dirigenti e i professori; la responsabilizzazione di tutti sul perseguimento degli obiettivi; il sistema di controllo dei costi a livello di singola prestazione sanitaria; la formazione manageriale delle figure apicali.

Fra le novità presentate anche l’annuncio dell’accordo con la Regione Basilicata che verrà siglato giovedì alla presenza di Vito De Filippo, governatore della regione lucana. L’accordo sarà incentrato sulle azioni di trasferimento “know-how”, innovazione e sviluppo nel settore petrolifero, del ciclo dell’acqua e delle energie rinnovabili. Il Campus, all’avanguardia anche in questo settore, ha dato avvio all’anno scorso al corso di laurea in Ingegneria Chimica per lo Sviluppo Sostenibile affiancato da aziende private come la Eni che sostiene gli studenti meritevoli mettendo a disposizione consistenti borse di studio.

Irene Cassaniti

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy