• Google+
  • Commenta
14 ottobre 2011

Immigrazione in Italia e condizione giuridica dello straniero. Ciclo di incontri all’università di Cagliari

Da decenni si assiste ad un flusso migratorio che, di volta in volta ha interessato vai Paesi e varie popolazione.

Rifacendomi soltanto ai flussi migratori del secolo scorso, si prende coscienza del fatto che anche noi italiani ad inizio del 900, per avere qualche possibiità di lavoro e di inserimento sociale eravamo costretti ad emigrare verso i caldi Paesi del Sud America.

Molti erano costretti a fare i bagagli e cercare di sbancare il lunario in territori stranieri, e, non si sa fino a che punto ospitali.

Ma questo è quanto. E’ un dato di fatto che ci viene trasmesso dalla storia.

Un dato inconfutabile del quale nessuno di noi italiani può dimenticarsi.

I flussi migratori però non hanno interessato soltanto noi Italiani.

Anzi la storia è come una ruota che gira, ed è proprio per questo che anche popolazioni, più arretrate sotto l’aspetto economico, e con una popolazione enorme, sono state costrette a mettere alla porta numerosi gruppi familiari o semplici cittadini perchè non avevano più i mezzi di sostentamento per far vivere costoro in una situazione di benessere e di dignità sociale.

Il fenomeno migratorio è diventato grande, maturo ed è conosciuto da tutti.

Adesso però sono sempre maggiori le richieste di aiuto da parte di Stati poveri per arginare questo fenomeno.

Non è lecito sapere se nel futuro tutto questo possa essere definito come un qualcosa del passato. Possa essere dimenticato o attutito.

Di questo sinceramente ho i miei dubbi; ma questa è semplicemente un pensiero del tutto personale che può essere accettato o meno dai lettori.

Il nostro Paese però facendo parte dell’Unione Europea, e recependo tutte le disposizioni che si trovano in vari trattati, rende possibile e concreto l’inserimento dello straniero nel circuito lavorativo e sociale della nostra nazione.

Si evidenziano così tutta una serie di diritti che vengono ad rafforzare la posizione del cittadino all’interno della società.

Il civis comune deve essere tutelato in ogni sua forma.

Per sensibilizzare su questo tema, le facoltà di Giurisprudenza ed Economia l’Università degli studi di Cagliari, con la collaborazione della Caritas cagliaritana
organizza un convegno che verrà articolato in più sedute dal titolo “Condizione giuridica dello straniero e l’immigrazione in Italia”.

Si dibatterà su questa tema nei seguenti appuntamenti:venerdì 21 e sabato 22 ottobre, venerdì 11 e sabato 12 novembre 2011.

Per maggiori informazioni visita il sito www.unica.it

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata