• Google+
  • Commenta
20 ottobre 2011

Sinergia tra atenei e ricerca farmaceutica: se ne è discusso a Napoli

Lo scorso martedì (18 ottobre) presso l’Aula Antonelli del Complesso di Santa Patrizia in via Luciano Armanni a Napoli la Società Italiana di Farmacologia (SIF) e Farmindustria con i ricercatori delle Facoltà biomediche della Seconda Università degli Studi di Napoli hanno preso parte ad un confronto attivo e partecipato con gli studenti dell’Università per approfondire i legami tra ricerca universitaria e industriale.

I ricercatori universitari e i rappresentanti dell’industria farmaceutica,infatti, si sono confrontati sul tema della ricerca farmacologica, evidenziando, appunto, l’importanza del legame che scaturisce da una sempre più stretta collaborazione tra accademia ed industria.

La messa a punto di nuove molecole d’interesse terapeutico, di nuove tecnologie, di processi di produzione sempre più sofisticati – come spiega Liberato Berrino, professore ordinario di Farmacologia alla Sun – si traduce in maniera concreta e fattiva nel miglioramento della qualità della vita, con risvolti positivi sulla crescita economica e sociale del nostro Paese. La sinergia tra università e imprese –conclude Berrinonasce per favorire una qualificata attività nel campo della ricerca farmaceutica”.

Infatti “l’incontro –commenta il Rettore della Sun Rossinasce da un Protocollo d’intesa firmato nel 2000 da SIF e Farmindustria per promuovere lo sviluppo delle scienze farmacologiche in Italia e la divulgazione delle conoscenze nel settore e si pone nella prospettiva di avvicinare gli studenti e i giovani laureati al mondo del lavoro, presentando loro le opportunità e le prospettive professionali nel campo della ricerca farmacologica”.

All’evento hanno partecipato, oltre al Rettore della Sun, Francesco Rossi anche l’ Assessore per l’Università e la Ricerca, Guido Trombetti, che ha illustrato i finanziamenti e le agevolazioni destinate alla ricerca nella Regione Campania e Nicola Braggio, Componente del Comitato di Presidenza di Farmindustria che afferma come “in Campania dal 2004 al 2009 si è realizzato il 23% degli studi clinici condotti in Italia. E Napoli, a livello nazionale, si colloca al sesto posto per numero di trial. Buoni risultati, che confermano la volontà di Farmindustria a collaborare con la Sif per offrire ai giovani nuove opportunità perché non potrà esserci crescita economica autentica e duratura senza il contributo determinante di giovani ricercatori e imprenditori competenti e motivati”.

Dora Della Sala

Google+
© Riproduzione Riservata