• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2011

Università di Sassari: a Oristano scuola di specializzazione in Archeologia

Ogni campo di studio merita di essere approfondito e conosciuto in tutte le sue parti.

Non fa eccezione nessuna materia.

Oggi nell’epoca del pc, dell’I-Phone, il caro vecchio libro, semplicemente cartaceo, mantiene la sua importanza.

Lo stesso deve dirsi per quelle materie di non stretta – anzi per dirla tutta, di nessuna pertinenza – con le attitudini di ordine scientifico.

Lo studio del passato è sempre attuale.

L’università si preoccupa per questo di rendere sempre attuale e presente le materie di ordine umanistico e sociologico.

Bisogna menzionare, per questo, l’università degli studi di Sassari, che oggi 18 ottobre, nella sede distaccata di Oristano, ha indetto una conferenza stampa ” ”Nesiotika” che è stata l’occasione per presentare il corso di specializzazione in Archeologia.

A presiedere l’evento, erano presenti: il rettore dell’ateneo sassarese Attilio Mastino, il direttore della Scuola di Specializzazione, Raimondo Zucca, professore ordinario di Storia e Archeologia del Mediterraneo Antico alla Facolta’ di Lettere dell’Universita’ di Sassari, Aldo Maria Morace, preside della Facolta’, Alberto Moravetti, Direttore del Dipartimento di Storia, Piero Bartoloni, Direttore del Museo Archeologico di Sant’Antioco e professore ordinario di Archeologia fenicio-punica presso la Facolta’ di Lettere e Filosofia dell’Universita’ di Sassari.

“L’offerta formativa verrà allargata in modo da appassionare sempre più studenti ad una materia – quella dell’archeologia – così ricca di spunti e suggestioni”.

Questo l’inciso iniziale del prof Morace, preside della facoltà di beni culturali.

“Il progresso del Paese è legato imprescindibilmente anche alle scoperte ed alla conservazione del patrimonio artistico. Nel corso saranno studiati anche metodi per essere competitivi sul mercato mettendo in evidenza quanto di buono è possibile estrapolare da questo ambito di studio e di lavoro”.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata