>
  • Pasquino
  • Paleari
  • Leone
  • Valorzi
  • Gelisio
  • Liguori
  • Meoli
  • Romano
  • de Durante
  • Andreotti
  • De Leo
  • Quaglia
  • Rossetto
  • Ward
  • Santaniello
  • Ferrante
  • Bonetti
  • Cacciatore
  • Casciello
  • Quarta
  • Boschetti
  • Buzzatti
  • Tassone
  • Coniglio
  • Mazzone
  • Baietti
  • De Luca
  • Carfagna
  • Dalia
  • Cocchi
  • di Geso
  • Romano
  • Gnudi
  • Crepet
  • Grassotti
  • Miraglia
  • Catizone
  • Alemanno
  • Algeri
  • Antonucci
  • Chelini
  • Bonanni
  • Barnaba
  • Rinaldi
  • Napolitani
  • Scorza
  • Falco
  • Bruzzone
  • Califano

Univr: giornata di studi in onore di Pietro Berni

12 Ottobre 2011
.
15/06/2024

Giovedi 13 ottobre alle 11 a Villa Ottolini Lebrecth di San Floriano di Valpolicella sarà dedicata un’aula a Pietro Berni, professore di Economia ed estimo rurale dell’ateneo scaligero che tanto ha fatto per lanciare a Verona la didattica e la ricerca nel campo vitivinicolo ed enologico.

L’evento è inserito in una giornata di studi che inizierà alle 9.30 e che avrà come ospite Steve Charters, docente della Management School di Reim in Francia, con la lectio magistralis dal titolo “The contemporary wine consumer”.

Villa Ottolini Lebrecth è sede del corso di laurea in Scienze e tecnologie viticole ed enologiche e del dipartimento di Biotecnologie dell’università di Verona.

Biografia. Pietro Berni (Verona, 1937-2006), professore ordinario di economia ed estimo rurale all’Università degli Studi di Verona, facoltà di Economia. Ha insegnato economia agraria, politica agraria e vitivinicola, agribusiness, economia vitivinicola e analisi dei consumi di vino. Ha svolto per molti anni l’incarico di direttore di dipartimento. Nel 2000 ha partecipato alla nascita della corso di laurea in “Scienze e tcnologie viticole ed enologiche” dell’Università di Verona. Ha svolto un ruolo attivo nelle fasi di istituzione, di avvio delle attività didattiche e di ricerca, in qualità di direttore del centro interuniversitario di viticoltura ed enologia delle Università di Verona e di Padova.

L’attività di ricerca ha interessato economia agraria nelle aree marginali, pianificazione territoriale, economia dell’impresa familiare, a part-time e pluriattiva, sviluppo sostenibile; a partire dagli anni Novanta i suoi studi si sono concentrati sull’analisi qualitativa della domanda di vino, sul marketing vitivinicolo, sull’economia e gestione delle imprese vitivinicole, sull’analisi di filiera. È stato autore di più di 125 pubblicazioni.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata