• Google+
  • Commenta
2 novembre 2011

Filmidea – Incontri universitari di cinema: ci siamo!

Ci siamo! Anche quest’anno, a grande richiesta, ritorna l’ormai tradizionale appuntamento con Filmidea – Incontri Universitari di Cinema, evento promosso dal l’Università di Salerno per avvicinare gli studenti al mondo del cinema e degli audiovisivi.

Partenza ufficiale Venerdì 4 Novembre 2011, alle ore 10.30, presso il Rettorato dell’Università degli Studi di Salerno, quando sarà presentato il programma dell’edizione 2011-2012.

Il “taglio del nastro” sarà affidato, come da tradizione, al Magnifico Rettore dell’Ateneo, Raimondo Pasquino.
Seguiranno gli interventi dell’Assessore alla cultura del Comune di Salerno, Ermanno Guerra, del Prefetto, Claudio Meoli, e della dottoressa Anna Maria Caso, rispettivamente Presidente e Direttrice dell’Automobile Club di Salerno, e del Direttore Artistico di Linea d’Ombra, Peppe D’Antonio.

Padrini dell’evento, ancora una volta, i professori dell’Università di Salerno Pietro Cavallo, Luigi Frezza e Pasquale Iaccio.

Un’edizione nuova, diversa, assicurano dal comitato organizzativo.
Obiettivo numero uno quello di portare l’evento oltre i confini del mondo accademico.

Di qui la raggiunta intesa collaborativa con il Comune di Salerno e, in particolare, con il festival cinematografico salernitano “Linea d’ Ombra: Festival culture giovani”, diretto dal prof. Peppe D’Antonio.

Partner di Filmidea, anche stavolta, l’Automobile Club di Salerno.

Una serie di appuntamenti imperdibili, che vedranno alternarsi dietro la cattedra alcune tra le personalità di punta del mondo cinematografico e non solo.

Previste alcune anticipazioni sugli ospiti più attesi.
Si fanno già i nomi di registi come Carlo Lizzani, Giuliano Monaldo, che presenterà all’Università di Salerno l’anteprima del suo ultimo lavoro, L’industriale (con Pierfrancesco Favino), e Renzo Rossellini (figlio di Roberto), che donerà all’Università di Salerno l’Enciclopedia Audiovisiva della Storia di Roberto Rossellini.

Per quanto riguarda gli studiosi, invece, sale l’attesa per gli storici Gian Piero Brunetta (Università di Padova), Pierre Sorlin (Università Paris-Sorbonne Nouvelle), Simona Colarizi (Università di Roma la Sapienza), Alberto Mario Banti (Università di Pisa) e Mario Franco (Accademia delle Belle Arti di Napoli).

Tra Gennaio e Febbraio, poi, Filmidea sarà lieta di accogliere il noto produttore cinematografico Aurelio De Laurentiis, uno dei protagonista assoluti dell’ultimo Festival Internazionale del Film di Roma, dove ha fatto notizia la presentazione del primo film in 3D italiano,Totò in 3D – Il più comico spettacolo del mondo” di Mario Mattoli.

Eccezionale restauro dello sfortunato film del ‘53, realizzato attraverso una nuova avveniristica tecnica :il Podelvision (dal nome dei suoi inventori, Dino De Laurentiis e Carlo Ponti).
Un esperimento rivelatosi presto fallimentare dal momento che, ai tempi, il numero delle sale attrezzate per la visione in 3D era irrisorio.

L’incontro con la stampa sarà infine l’occasione per presentare la Master Class Filmidea 2011/2012,intitolata “IMMAGINI E IMMAGINARI DELLA NAZIONE Dal Risorgimento ai giorni nostri” e coordinata dal regista Giuliano Montaldo.

Il progetto, giunto alla sua seconda edizione, sarà imperniato sui temi della costruzione delle immaginario nazionale attraverso un viaggio tra media antichi e moderni.

Destinatari dell’iniziativa tutti gli studenti dei corsi di laurea magistrale e dell’ultimo anno delle lauree triennali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Salerno.

Il corso, assolutamente gratuito, consta di lezioni e incontri con storici, mediologi, storici del cinema, studiosi dell’età contemporanea, autori cinematografici, giornalisti, e di proiezioni di film che abbracciano tutti i 150 anni della nostra storia unitaria.

Il primo appuntamento ufficiale con la Master Class è previsto per venerdì 11 Novembre, alle ore 9.00, presso l’Aula “Giuseppe Imbucci” dove si terrà l’attesa lezione inaugurale di Gian Piero Brunetta (Università di Padova) sul tema «Il cinema legge la storia d’Italia».

Matteo Napoli

Google+
© Riproduzione Riservata