• Google+
  • Commenta
14 novembre 2011

I giovani italiani e la crisi: dall’Europa un invito a fare impresa

In queste settimane il nostro Paese sta attraversando momenti di particolare difficoltà e incertezza sia dal punto di vista politico che finanziario. La caduta del governo e la crisi economica, stanno intaccando pesantemente le prospettive di crescita nell’immediato futuro, creando così un senso di preoccupazione generale da parte dei cittadini italiani.

I giovani, in particolare, sono la fascia sociale che più avverte sulle spalle il peso di questo costante andamento di decrescita e di confusione decisionale.

Molti di noi da tempo hanno assunto un atteggiamento di assoluta sfiducia verso i grandi poteri (politico, economico, istituzionale), ritenendo di essere ormai come degli automi costretti a elemosinare un posto di lavoro o a vivere eternamente di tirocini, stage ed esperienze che non si convertiranno mai in un reale impiego.
In questa atmosfera di scoraggiamento generalizzato, sembra che le prospettive vadano costantemente a peggiorare, senza che nessun supereroe (o semplicemente una classe di politici assennata) possa salvarci da una terribile prospettiva di precarietà e assenza di diritti.

Per uscire dalla crisi, il primo consiglio che le istituzioni possono dare a un giovane volenteroso di costruirsi un solido futuro è quello di contare sulle proprie capacità e soprattutto di investirle in un progetto concreto di sviluppo lavorativo: in altre parole, a investire le proprie qualità in un’idea di impresa.

A dare questa spinta a un nuovo modo di intendere il lavoro è stata la Commissione Europea, che già dallo scorso Aprile ha avviato un nuovo programma chiamato “Youth@Work”: una nuova azione rivolta ai giovani di tutta Europa che vuole aumentare il loro grado di fiducia nelle istituzioni dell’Unione per farsi seguire passo passo in progetti di creazione di imprese. Gli obiettivi dell’iniziativa sono: accrescere il grado di contatto tra i giovani e le piccole e medie imprese; aumentare la consapevolezza tra i piccoli imprenditori dei potenziali benefici offerti dall’assunzione di giovani esperti, dinamici e competenti; rendere i giovani consapevoli degli strumenti esistenti che possano aiutarli nel processo di auto-impiego e nella realizzazione del proprio progetto di business.

In questo modo, le istituzioni europee vogliono stimolare sia le competenze dei singoli giovani comunitari, aiutandoli nel migliorare le proprie competenze, sia i governi dei singoli stati membri per avviare processi di riforma che riequilibrino l’incontro tra domanda e offerta nel mercato del lavoro.
In Italia, in particolare, da recenti indagini statistiche risulta che migliaia di giovani non trovano lavoro, ma che un’altrettanta fascia non lo cerca e sta ferma ad aspettarlo, senza nel frattempo aumentare le proprie competenze: sembra infatti che ci sia una scarsità generalizzata di preparazione specifica che il mercato richiede ma che non è soddisfatta dai giovani di oggi.

Il futuro, quindi, sembra risieda in Europa. Attenzione, questo non è un invito rivolto a migliaia di giovani ad abbandonare l’Italia per cercare fortuna in qualche altro paese comunitario. Le istituzioni dell’Unione vogliono avvertirci dell’importanza di collaborare insieme per valorizzare i nostri giovani, che premono per dimostrare le propria preparazione e capacità di inventiva.

Mentre nelle nostre sedi istituzionali si sta discutendo animatamente su chi dovrà essere il nuovo premier, senza nessuna garanzia di un futuro migliore per noi ragazzi, l’Europa ci tende la mano e si offre di ascoltare ciò che abbiamo da dire e da inventare.
Tirate dunque fuori le vostre idee, rimboccatevi le maniche e cominciare a progettare: forse “sarà un’impresa”, ma è quanto di meglio possiate augurarvi per il vostro futuro!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy