• Google+
  • Commenta
15 novembre 2011

La scienza passa per Napoli

Nella cornice napoletana è andato in scena il classico appuntamento del 10 novembre della Giornata mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo, promossa dall’UNESCO, per celebrare i grandi benefici e contributi che l’attività scientifica apporta nel corso degli anni all’umanità.

L’evento è stato tenuto dal Presidente di Città della Scienza Vittorio Silvestrini, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l’Assessore alla Cooperazione della Provincia di Napoli Giovanna del Giudice e il Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro.

Presenti anche istituti di ricerca ed università, associazioni, media, scuole e docenti, rappresentanti della società civile e Lidia Brito, Capo della divisione “Politiche Scientifiche e Sviluppo Sostenibile” dell’UNESCO.

La presenza di personaggi illustri del mondo scientifico e della socialità partenopea ha reso questa celebrazione una delle più suggestive e fondamentali per il progresso tecnologico e per favorire uno sviluppo sostenibile ed una pace duratura tra le istituzioni.

“Towards green societies: equity, inclusiveness, participation” è stato il tema della giornata per sottolineare l’importanza dell’implementazione scientifica alle vicende di vita, la costruzione collettiva e solida di strategie che rispettino l’ecosistema e allo stesso tempo perseguitino l’intento di garantire e promettere un futuro per tutti sempre all’avanguardia.

Non a caso, Napoli, è la sede di questo evento, poiché rappresenta in merito a queste iniziative il polo che fa da crocevia per l’incontro di diverse culture, al fine di lanciare messaggi positivi che abbiano inevitabilmente anche una solida risonanza internazionale.

Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata