• Google+
  • Commenta
5 novembre 2011

Scienza e cura della vita: educazione alla democrazia

Il progredire della scienza e della tecnologia nei secoli ha fatto sì che l’uomo si evolvesse, non solo in ambito scientifico, ma anche nell’ambito della società.

E’ ormai noto, infatti, come la scienza e l’innovazione abbiano, in pochi anni, trasformato radicalmente le abitudini di vita di tutti noi.

Tuttavia la scienza a volte raggiunge traguardi che stravolgono fin troppo la vita dell’uomo: è il caso, ad esempio, dell’aborto, dell’eutanasia, dell’ingegneria genetica, di scoperte scientifiche così eclatanti da dividere l’opinione pubblica.

Fra i tanti giudizi risalta quello di un’associazione, “Scienza & Vita“, che ha scelto di dedicare il suo secondo convegno annuale – che si terrà oggi alle ore 16 presso le Ciminiere, a Catania – proprio alla manipolazione della vita umana da parte della scienza.

Scienza e cura della vita: educazione alla democrazia“. Questo il titolo del seminario, il cui tema coincide con il Manifesto associativo della stessa associazione, elaborato dal Consiglio Esecutivo Nazionale in collaborazione con alcune associazioni locali.

L’opinione di “Scienza & Vita” riflette una visione negativa della scienza moderna, o, per meglio dire, di quella scienza che discrimina la vita e in particolar modo le sue fasi più vulnerabili, come la nascita e la morte.

L’esistenza di ognuno di noi è irripetibile, e per tale motivo deve essere rispettata.

Il tema del convegno, dunque, ha proprio il compito di esporre e rilanciare gli obiettivi dell’Associazione, in primis l’alleanza tra la scienza e la vita volta a raggiungere insieme traguardi scientifici che non siano eticamente discutibili.

Parteciperanno al convegno il prof. Lucio Romano, docente presso l’Università di Napoli Federico II nonchè Presidente Nazionale di Scienza & Vita, il prof. Luigi Arcidiacono, docente ordinario presso la Facoltà di Giurisprudenza di Catania e Presidente Onorario dell’Associazione, Giuseppe Savagnone, filosofo e scrittore, e Luciano Sesta, bioeticista presso l’Università di Palermo.

Il convegno vedrà anche la presenza di Giuseppe Castiglione, Presidente della Provincia di Catania, l’Arcivescovo Salvatore Gristina, Gino Passarella, Presidente di Scienza & Vita di Catania, e il giornalista Orazio Vecchio.

A concludere l’evento sarà il prof. Antonino Leocata, Primario di Pediatria nonchè Presidente Onorario di Scienza & Vita di Catania.

Bianca Crivelli

Google+
© Riproduzione Riservata