• Google+
  • Commenta
4 novembre 2011

Unical: agibilità si, agibilità no…

Dal mese di Agosto ormai all’Università della Calabria incalza la polemica e lo scontro dialettico tra la componente dirigenziale dell’ateneo e le sue frange contestatrici. Il “conflitto” si è acuito in particolar modo in seguito all’abbattimento dei capannoni del vecchio Polifunzionale (nucleo originario dell’università calabrese, oggi sede delle aule delle facoltà di Farmacia e Scienze Politiche) che ospitavano lo spazio autogestito “Filorosso”.

La motivazione principale che ha portato all’abbattimento degli spazi occupati dagli attivisti del Filorosso, spazi in cui si tenevano attività socio-ricreative, era l’inagibilità di questi capannoni.

Durante l’ultima conferenza stampa tenuta dai dissidenti è stato fatto da quest’ultimi il seguente invito a giornalisti e a qualunque altra persona interessata: “Andate a chiedere al Comune di Rende se tutte le strutture dell’Università sono in regola con le norme in materia edilizia: a noi risulta di no”.

Pur non sapendo se sia vero o no ciò che sostengono i ragazzi del vecchio spazio autogestito, una eventuale veridicità delle loro parole non sorprenderebbe probabilmente i più: la percentuale di edifici pubblici e privati privi dei più elementari requisiti di agibilità sul suolo del Bel Paese è altissima, soprattutto in una zona come quella di Cosenza e hinterland, dove lo sviluppo edilizio è cresciuto in maniera esponenziale e incontrollato negli ultimi 40 anni.

I giornalisti di “Fatti al Cubo” (giornale indipendente dell’Unical) hanno effettuato una piccola indagine a riguardo come si può leggere sull’articolo “Polifunzionale senza agibilità?”, pubblicato sul numero del 25 ottobre.

Dopo ricerche e domande presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Rende, i ragazzi del giornale sono risaliti alla concessione edilizia per la costruzione dei locali del Polifunzionale, risalente al 1972. La normativa dell’epoca non prevedeva il coinvolgimento del comune circa l’agibilità o meno di un edificio, bensì del Genio Civile, che doveva effettuare anche il collaudo. Ma per gli edifici pubblici, come il Polifunzionale, bastava solo inviare le pratiche riguardanti lo svolgimento del collaudo agli uffici del Genio Civile.

Questa pratica però risulta non essere mai stata inviata. Nel frattempo, nel 2001 il Polifunzionale conosce una profonda ristrutturazione, molti locali cambiano destinazione d’uso e nel frattempo il comune è diventato l’arbitro delle richieste di agibilità. A questo punto la questione diventa confusa e poco chiara: il geometra dell’Ufficio Tecnico del Comune afferma che i suddetti uffici non hanno mai rilasciato certificati di agibilità per il Polifunzionale. Tuttavia la normativa prevede che a 60 giorni dall’arrivo della richiesta, anche se questa non è stata esaminata dagli uffici competenti, la stessa viene accettata, a condizione che la documentazione sia corretta. I ragazzi del giornale hanno poi provato a chiarire la questione con l’ingegnere Greco, dirigente dell’Ufficio Tecnico dell’Unical, ma a quanto pare non hanno ottenuto risposta.

La questione sollevata non è di scarsa importanza, tutt’altro: gli studenti dell’Università della Calabria pretendono trasparenza e vogliono sapere se i locali dove seguono lezioni e sostengono esami siano sicuri. E il problema probabilmente non riguarda solo i capannoni del nucleo originario dell’ateneo: chiunque faccia una passeggiata sul ponte Pietro Bucci potrà notare che i celeberrimi “cubi” che caratterizzato l’architettura dell’Unical sono in condizioni penose, con l’intonaco che cade a pezzi in più punti e l’assenza di qualsiasi traccia di ristrutturazione.

Gli edifici del Rettorato e dell’Amministrazione, lì dove ha il suo “covo” il Potere che governa l’Università, sono però lucidi, nuovissimi e perfetti, senza nemmeno una crepa. Ma forse chi scrive ciò è solo maligno e invidioso.

Alberto De Luca

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy