• Google+
  • Commenta
2 novembre 2011

Uniud: Generazioni elettroniche

Giovedì 3 novembre torna a Gorizia e Nova Gorica l’incontro internazionale “Generazioni Elettroniche”, manifestazione dedicata al mondo della musica elettronica, organizzata dal Dams Musica dell’Università di Udine a Gorizia, in collaborazione con il dipartimento di Scienze umane, il Klub Goriških Študentov e con il contributo della Fondazione Carigo e del Consorzio per lo sviluppo del polo universitario di Gorizia.

La manifestazione, giunta alla terza edizione, si propone di esplorare il mondo della musica “mista” che affianca l’elettronica agli strumenti tradizionali e dare ampio spazio ai principali studi storici di musica elettronica europei, con nomi di spicco del panorama internazionale e compositori protagonisti dei nuovi approcci alla composizione e produzione elettronica. Oltre al convegno in programma dalle 9 alle 19 nel nuovo complesso di Santa Chiara in via Santa Chiara 1/a a Gorizia, la manifestazione offrirà, come tutti gli anni, ampio spazio anche a giovani compositori, con un concerto che si terrà dalle 22 all’alba nel Centro Culturale Mostovna in Cesta IX Corpusa 99a a Salcano (Nova Gorica).

Per ulteriori informazioni consultare il sito http://generazionielettroniche.uniud.it o scrivere all’indirizzo generazionielettroniche@uniud.it.

«Studiare una scrittura – spiega Luca Cossettini, ricercatore dell’Università di Udine e direttore scientifico di Generazioni Elettroniche – significa comprendere le forme della sua produzione. Come il filologo ha sentito la necessità di ricostruire il mondo dei monasteri e dei copisti, lo studioso di musica elettronica sente oggi l’esigenza di ricostruire il mondo dei laboratori di produzione post-produzione musicale e i pensieri e le pratiche creative che li abitano».

Generazioni Elettroniche 2011 ospiterà Vladan Radovanović, fondatore dello studio di musica elettronica di Radio Belgrado e Wilm Thoben, attuale responsabile dello Studio Elettronico della Technische Universität di Berlino. Accanto a loro i compositori/musicologi protagonisti dei nuovi approcci alla composizione e produzione elettronica: Martin Laliberté (Università di Paris-Est, Marne-la-Vallée) presenterà i suoi più recenti lavori, Andrea Valle (Università di Torino) illustrerà le sue esperienze nel campo della acoustic computer music e Enrico Cosimi (Università di Roma-Tor Vergata) entrerà nel vivo dell’organologia elettronica con un affascinante percorso tra i sintetizzatori e il loro impatto sulle pratiche della musica del secondo Novecento. Il convegno terminerà con un aperitivo sonoro in compagnia delle installazioni audio di Nicola Buso, Andrea Valle e Elettrofoscari.

Alle 22 presso il circolo culturale Mostovna di Nova Gorica si terrà il concerto con Alberto Caruso (computer solo), Bojana Šaljić Podešva con il fisarmonicista Luka Juhart (fisarmonica e tappe recording), Nicola Buso con il quartetto di trapani dell’ensemble L’arsenale di Treviso (quartetto di trapani e live electronics), Leutha (voce e tastiere), la DJ Federica Baretti aka Teknoire (Industrial DJ-Set Live) e il “compositore residente” di questa edizione Rocco De Cia che, con il soprano Cinzia Prampolini, ha lavorato presso i Laboratori Audio del Dipartimento di Scienze umane a Gorizia per la creazione di un’opera dedicata alla manifestazione che verrà eseguita in prima assoluta.

Google+
© Riproduzione Riservata