• Google+
  • Commenta
28 novembre 2011

Unive: “I luoghi della modernità” di Paolo Veronese

Veronese, Tiziano, Giorgione, Palladio e un filo conduttore che accompagna il lettore in un viaggio nella storia dell’arte passando attraverso i luoghi e le stanze riprodotti nell’arte veneta del Rinascimento. Un percorso ideato da prof. Giuseppe Barbieri, ordinario di Metodologia della ricerca storico artistica presso L’Università Ca’ Foscari e curatore di alcune grandi mostre di successo che approda ora nelle sale dal pranzo ritratte da Paolo Veronese.

Si tratta di un originale progetto, una collana dal titolo “I luoghi della modernità” edita da Terre Ferme e promossa da Banca FriulAdria- Crédit Agricole, di cui sono già apparsi con la stessa firma “Nelle cucine di Andrea Palladio, Déjeneur sur l’herbe con Giorgione, Nelle camere da letto di Tiziano”. Ora è la volta del volume “Le sale da pranzo di Paolo Veronese” che conclude la fortunata serie e che verrà presentato mercoledì 30 novembre, alle ore 12 a Villa Braida di Mogliano Veneto (Tv) con un doppio evento cultural gastronomico che abbinerà alla presentazione un Cooking Show condotto dal gastronauta Davide Paolini.

Il complessivo progetto editoriale è dedicato all’approfondimento di alcuni spazi reinterpretati dall’arte e dall’architettura veneta nell’età moderna e il loro rapporto con le tradizioni enogastronomiche del territorio.

A partire dalla capacità progettuale degli artisti esaminati, prendono forma anche le altre sezioni dei quattro volumi. In ciascuno, infatti, a cinque chef di notevole caratura è stato chiesto di elaborare non una ricetta, ma un vero e proprio “progetto gastronomico”, visualizzato editorialmente come una sorta di progetto architettonico. All’archeologia cinquecentesca dei primi luoghi della modernità corrisponde in sostanza una attualità della ricerca gastronomica e viene riproposto quel rapporto tra artista e cuoco che proprio nel Rinascimento trovò la sua prima codificazione. Il volume prevede infine una terza sezione (“Tradizione/Traduzione”) in cui dodici ricette rinascimentali vengono riproposte secondo gli odierni dettami del gusto.

Come spiega Giuseppe Barbieri, «questa “lettura” dei luoghi dell’arte muove dalla convinzione che il Rinascimento veneto per di più a partire da una situazione di grave crisi politica, economica, sociale (la guerra della Lega di Cambrai) – spiega il docente di Ca’ Foscari – sia riuscito a superare queste difficoltà anche ripensando e progettando luoghi e momenti della vita moderna: Palladio con le sue architetture per i luoghi di servizio della casa, Giorgione con un nuovo approccio agli spazi verdi e al giardino, Tiziano con una straordinaria capacità di fissare lo spazio di intimità dei corpi».

Paolo Veronese, invece, protagonista di quest’ultimo volume, «ha mutato per sempre il modo di raffigurare il nostro stare a tavola. Nelle sue opere – sempre di travolgente successo, come le Nozze di Cana che Napoleone volle al Louvre, ma anche a volte aspramente dibattute come la Cena in casa di Levi delle Gallerie dell’Accademia, che meritarono al pittore un processo del Sant’Uffizio – rivela la modernità del banchetto, l’impatto sociale che questo rito da allora in poi non ha più smesso di evidenziare».

A un’analisi di questo nodo cruciale nell’arte veneta del Rinascimento il prof. Giuseppe Barbieri dedica questo ampio volume riccamente illustrato: Nelle sale da pranzo di Paolo Veronese, edizioni Terra Ferma, pp.168.

che sarà disponibile in libreria dal prossimo mese di gennaio.

Giuseppe De Lauri

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy