• Google+
  • Commenta
25 novembre 2011

Working Capital 2011: Internet –Web – Ict, vince il Cnr di Lecce

Il Working Capital 2011 – Premio Nazionale Innovazione – progetto di Telecom Italia e PNICube (l’Associazione degli Incubatori Universitari Italiani), ha concluso in occasione dei 150 anni dell’unità d’Italia, il suo Tour dei Mille in giro per la penisola, alla ricerca di progetti innovativi da parte di ragazzi e ragazze dalla rinomata intelligenza made in Italy.

Il Tour, con le sue 7 tappe (Torino, Palermo, Napoli, Firenze, Trieste, Milano e di nuovo Torino), ha raccolto ben 2139 progetti ed ha sancito i primi vincitori nei settori di intervento previsti che, quest’anno, erano Internet, Web e Ict; Green; Bio & Nano; Social Innovation.

Il primo premio (consistente in un finanziamento di 100 mila euro) , per quanto riguarda il settore Internet, Web e Ict (si voleva con questa categoria far comprendere i vantaggi che derivano dall’adozione delle Ict, potenziando le infrastrutture e alimentando la cultura imprenditoriale), se lo porta a casa la Puglia con l’Istituto nazionale di ottica (Ino) del Cnr di Lecce.

I ricercatori salentini hanno vinto la “concorrenza” (846 i progetti presentati in questa categoria), con uno studio che, prende in prestito il nome, dallo slang del linguaggio giovanile: «Taggalo».

Il progetto, attraverso l’installazione di alcuni sensori collocati sugli schermi televisivi pubblicitari, mira a sviluppare un sistema in grado di monitorare la corretta diffusione e il gradimento degli spot pubblicitari presso aeroporti, stazioni e centri commerciali.

I ricercatori dell’Ino-Cnr, Cosimo Distante e Pierluigi Carcagnì, hanno sviluppato un’idea di un imprenditore leccese, Luca Nestola, ingegnere elettronico e fondatore di un’azienda milanese nel settore della “segnaletica digitale”, realizzando un’attività di ricerca non pianificata (“curiosity driven”) che ha dato vita ad un sistema in grado di riconoscere quale spot va in onda in ogni momento sugli schermi Lcd nelle aree interessate, contando il numero dei volti che osservano lo spot stesso.

Il sistema effettuerà quindi un conteggio dei volti (garantendone la privacy) e calcolerà il tempo medio di osservazione del pubblico.

Un’agenzia pubblicitaria o un loro cliente, potrà quindi, gestendo il sistema, verificare se gli investimenti in quella particolare pubblicità sono stati utili o meno, se hanno o non hanno saputo catturare l’attenzione del target di riferimento.

Il Working Capital ha rappresentato anche quest’anno, un’esperienza importantissima per le capacità e le intelligenze di tanti ragazzi e ragazze, un’occasione unica per sviluppare idee potendo ottenere degli aiuti concreti per portarle avanti, per fare dell’innovazione, il punto di forza da cui partire per dare forma al futuro del Italia, da Nord a Sud.

Davide Ronza

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy