• Google+
  • Commenta
31 dicembre 2011

Cos’è l’economia aziendale

L’economia aziendale è la disciplina scientifica dedicata all’elaborazione di conoscenze e teorie utili per il governo economico delle aziende di ogni ordine (imprese, famiglie, organizzazioni private non orientati al profitto, istituti della pubblica amministrazione). Assieme all’economia politica appartiene al più ampio ambito disciplinare delle scienze economiche e della Ragioneria.

In estrema sintesi questa disciplina studia l’azienda quale aggregato economico capace di produrre profitto o, per lo meno, quale aggregato capace di fornire servizi e prodotti pareggiando i costi sostenuti (caso degli enti non orientati al profitto). Essa è caratterizzata da un aspetto qualitativo e da un aspetto quantitativo.

L’aspetto qualitativo dà vita a due diverse discipline: l’Organizzazione Aziendale e il Marketing. L’aspetto quantitativo dà vita ad un’altra disciplina: la Ragioneria. Al fianco della Ragioneria si sono sviluppate ulteriori discipline tecnico-aziendali che hanno lo scopo di studiare, dal punto di vista giuridico e pratico operativo, le diverse operazioni aziendali oggetto della rilevazione ragioneristica.

La disciplina tecnico-aziendale di base è la Computisteria. Essa costituisce il paradigma base di tutte le altre discipline tecnico-aziendali e può essere vista anche quale disciplina con spirito autonomo. Le altre discipline tecnico-aziendali sono: la Tecnica Commerciale e la Tecnica Bancaria.

E’ bene sottolineare come la Tecnica Commerciale, a sua volta, ha contribuito allo sviluppo di ulteriori sottodiscipline di spirito autonomo. Tali sottodiscipline tecnico-aziendali nascono dall’inquadramento della tecnica commerciale all’interno di specifici settori di mercato in cui opera l’azienda. Ne sono esempi la Tecnica dei Trasporti, la Tecnica Mercantile, la Tecnica Turistica ed Alberghiera, la Tecnica Assicurativa, la Tecnica e la Contabilità Agraria, la Tecnica di Borsa.

Altra disciplina facente capo all’economia aziendale è la Finanza Aziendale. Tale ulteriore disciplina, sovente vista con spirito autonomo, nasce dalla commistione di aspetti economico-aziendali sia qualitativi sia quantitativi.

Essa si pone come obiettivo fondamentale l’analisi dell’aspetto finanziario della gestione (e conseguentemente anche dei riflessi economici della stessa) promuovendo non solo metodi di mera misurazione ragioneristica ma anche scelte imprenditoriali di pianificazione e di strategia: la Finanza Aziendale, quindi, nell’ambito dell’aspetto finanziario della gestione, si spinge a determinare le tattiche e le strategie che possano mantenere (o migliorare) gli equilibri finanziari-patrimoniali garantendo i migliori risultati di profitto.

In seconda istanza, tale disciplina, promuove lo studio di svariati e complessi strumenti quantitativi di misurazione, definendo un’evoluzione matematico-statistica della Ragioneria.

Lo studio della Finanza Aziendale presuppone, quale pre requisito essenziale, una profonda conoscenza della Ragioneria, del Marketing e dell’Organizzazione Aziendale, ottimi contenuti di Diritto Commerciale, di Diritto Tributario e di Economia Politica, il possesso di solidi contenuti relativamente a discipline strumentali all’economia quali, ad esempio, la Matematica Generale, la Matematica Finanziaria e la Statistica.

La nascita dell’economia aziendale come scienza è normalmente ricondotta alla prolusione per l’anno accademico 1926/27 pronunciata da Gino Zappa al Regio Istituto Superiore di Scienze Economiche e Commerciali in Venezia (oggi Università “Ca’ Foscari” di Venezia):
« La scienza che studia le condizioni di esistenza e le manifestazioni di vita delle aziende, la scienza ossia dell’amministrazione economica delle aziende è l’economia aziendale »
(Gino Zappa, Tendenze nuove negli studi di Ragioneria, Ca’ Foscari (Venezia), 1927)

Secondo la tradizionale tripartizione Zappiana il fenomeno aziendale può essere indagato secondo tre grandi aggregati di processi, cui corrispondono altrettante sub-discipline dell’economia aziendale:

la rilevazione;
l’organizzazione;
la gestione.

L’economia aziendale, anche in ragione della formazione dei suoi padri fondatori, può essere considerata l’evoluzione storica della ragioneria, rispetto alla quale si prefigge tuttavia obiettivi più ampi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy