• Google+
  • Commenta
22 dicembre 2011

Firma contratto compravendita sede EFSA

Il Comune di Parma, la STU Authority e l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) hanno proceduto ieri pomeriggio alla firma del contratto di compravendita relativa al nuovo edificio EFSA di viale Piacenza.

La firma rappresenta l’ultimo atto ufficiale che sancisce il passaggio di proprietà all’EFSA della nuova sede. L’atto è stato finalizzato neI pieno rispetto delle scadenze programmate, e ciò permetterà all’EFSA e ai suoi circa 450 dipendenti di essere operativi nella nuova sede a partire dal 5 gennaio 2012.

Il contratto prevede che l’EFSA versi un corrispettivo corrispondente alla totalità del costo dell’edificio.

La firma del contratto definitivo conclude un lungo iter, e fa seguito all’approvazione della delibera per la vendita della sede EFSA avvenuta durante il consiglio comunale del 30 agosto 2011, a distanza di circa un mese dalla firma dell’accordo preliminare fra le parti. I lavori erano partiti con la posa della prima pietra a metà ottobre 2009.

Va sottolineato inoltre il ruolo del Comune di Parma, garante di questa importante operazione finanziaria-immobiliare, che vede come attori, oltre al Comune stesso e a EFSA, anche la STU Authority e Cariparma.

La struttura: un edificio di 27 mila mq alto 40 metri

L’opera, realizzata dall’ATI CCC Consorzio Cooperative di Bologna, Impresa Mingori di Parma e Unieco di Reggio Emilia, sorge su un terreno di 22 mila mq. Si tratta di un edificio di 11 piani fuori terra e 2 interrati, alto 40 metri, con una superficie complessiva di 27 mila mq (16 mila fuori terra e 11 mila interrati).

I due piani interrati ospiteranno un parcheggio per duecento auto, oltre ai posti per cicli e motocicli e ai locali tecnici. Il piano terra sarà attrezzato per le attività di accreditamento e di meeting (sale riunioni e sale conferenze) ed ospiterà un ristorante ed una caffetteria. I restanti 10 piani saranno destinati esclusivamente agli uffici degli addetti EFSA. L’energia per il funzionamento dell’edificio sarà in parte prodotta da fonti rinnovabili o a basso impatto ambientale.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy