• Google+
  • Commenta
26 dicembre 2011

La Sapienza promuove l’arte delle donne Inuit

Gli Inuit sono un popolo dell’Artico discendente dai Thule, uno dei due gruppi principali in cui sono organizzati gli Eschimesi e gli Yupik.
Inuit significa “uomini”, ma non ci sono solo loro.

Dal 15 dicembre al 15 febbraio, per la prima volta in Italia, al Museo nazionale preistorico etnografico Luigi Pigorini, saranno esposte le opere di quattro artiste Inuit di fama internazionale: Annie Pootoogook, Shuvinai Ashoona, Ningeokuluk Teevee e Siassie Kenneally, nella mostra Women in Charge. Artiste inuit contemporanee, a cura di Stefania Tiberini, docente di Etnologia dell’America dell’Università Sapienza.

Cinquanta tra disegni e stampe che descrivono, con tratti semplici ma decisi, il mondo delle donne Inuit, ancorate alla tradizione del loro popolo ma proiettate verso il nuovo e la sperimentazione artistica dalla straordinaria forza innovativa. L’esposizione asseconda e celebra l’inclinazione delle artiste, a sostenere questo ibrido creativo contemporaneo.

Una mostra-omaggio alle queste donne che hanno saputo reinventare la loro dimensione artistica, in un’arte grafica nata nell’Isola di Baffin, nel territorio canadese del Nunavut, affermatasi a partire dagli anni Sessanta come un’arte prodotta da artiste nell’espressione bidimensionale.

Realizzata con il sostegno dell’Ambasciata del Canada in Italia e con il contributo della Direzione generale per il Paesaggio, le belle arti, l’architettura e l’arte contemporanee, Servizio architettura e arte contemporanee del Ministero per i Beni e le attività culturali.

L’inaugurazione, che si è svolta alla presenza di S.E. James A. Fox, ambasciatore del Canada, Luigi La Rocca, soprintendente del Museo Pigorini, e di Antonia Pasqua Recchia, direttore generale per il Paesaggio, le Belle Arti, l’Architettura e l’Arte contemporanee, è stata preceduta dalla tavola rotonda L’altra metà del Polo. Sviluppo socio-economico delle donne nell’Artico, a cui sono intervenuti la curatrice della mostra e Maria Antonella Fusco, Direttrice dell’Istituto Nazionale per la Grafica.

Chiara Bonome

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy