• Google+
  • Commenta
1 dicembre 2011

Odifreddi racconta la geometria

Per il ciclo di incontri “Professione matematico”, venerdì 2 dicembre alle 15.00 sarà di scena Piergiorgio Odifreddi, che presenterà il suo ultimo libro “Una via di fuga” e dialogherà con i presenti su temi legati alla geometria e alla matematica e non solo.

Sul protagonista di questo incontro non c’è molto da dire: infatti, nonostante quella del matematico sia una professione di per sé poco “mediatica”, quello di Odifreddi è un nome ben noto anche al grande pubblico. Oltre ad essere autore di numerosi libri su vari argomenti (per lo più di divulgazione scientifica) che, oltre ad ottenere buoni riscontri commerciali, gli hanno anche attirato addosso numerose critiche (specialmente da parte delle gerarchie ecclesiastiche), Odifreddi è stato spesso ospite nei talk-show televisivi ed ha anche partecipato a svariate trasmissioni radiofoniche. In aggiunta a tutto questo, va segnalato che il professore piemontese è stato anche, per breve tempo, impegnato politicamente nelle file del Partito Democratico, all’interno del quale ha sostenuto con una propria lista la candidatura di Walter Veltroni alla segreteria nel 2007.

Questo venerdì Odifreddi presenterà al pubblico di Bologna il suo ultimo libro, intitolato “Una via di fuga”: si tratta di un volume che ripercorre la storia della geometria nell’epoca moderna, e che completa l’opera iniziata con il precedente “C’è spazio per tutti”, dedicato invece alla geometria del periodo classico. In questa sua ultima fatica, Odifreddi racconta come, nell’età moderna e contemporanea, si sia arrivati all’abbattimento del paradigma euclideo e alla scoperta di geometrie alternative. La parola “fuga” citata nel titolo può dunque assumere, in questo contesto, diversi significati: fuga musicale, ma anche fuga pittorica, dal momento che una delle geometrie alternative di cui si occupa il libro è quella proiettiva, ispirata dall’invenzione della prospettiva (nella quale il punto in cui convergono le rette parallele è detto, non a caso, “punto di fuga”) e anche fuga vera e propria, intesa come superamento degli elementi della geometria euclidea.

Come è facile intuire, in quest’opera ci sono molti spunti di discussione: alcuni saranno senz’altro affrontati venerdì pomeriggio, anche se, nel corso dell’incontro, l’autore risponderà anche a domande relative alla sua vita professionale e ad altri argomenti non trattati nel libro.

Appuntamento alle 15.00 di venerdì, dunque: la presentazione si terrà presso l’Aula Pincherle del Dipartimento di Matematica, in Piazza di Porta San Donato 5. Per partecipare è necessario iscriversi: chi fosse interessato può farlo attraverso il sito www.professionematematico.dm.unibo.it.

Andrea Mari

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy