• Google+
  • Commenta
10 dicembre 2011

“Paesaggi costieri e vocazioni marittime. Scale geografiche a confronto”

A Civitavecchia, i geografi firmano la mozione diretta al MIUR, con la quale chiedono di “riconoscere agli insegnamenti geografici un adeguato spazio negli ordinamenti di prossima emanazione finalizzati ai percorsi magistrali di formazione degli insegnanti della scuola secondaria di secondo grado”.Si è svolto a Civitavecchia, dal 17 al 22 novembre, il 54° Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, dal titolo “Paesaggi costieri e vocazioni marittime. Scale geografiche a confronto”, presso il Teatro Traiano, la sala dell’Autorità portuale, la sala del Consiglio Comunale e il Forte Michelangelo. All’evento hanno aderito anche i geografi della sezione Calabria dell’AIIG, il presidente Piero Gagliardo, Maria Luisa Ronconi, Marcello Bernardo, Yuri Perfetti, e alcuni studenti laureati dell’Università della Calabria, con tesi di argomento geografico.

Il convegno si è aperto con un dibattito del Coordinamento degli insegnanti di Geografia per i corsi di Scienze della Formazione Primaria, sulla difesa della classe A39 e il rinnovamento della geografia nella preparazione universitaria dei futuri insegnanti. È in corso, infatti, la querelle relativa alle ore di geografia nelle superiori, con la richiesta ormai quasi accolta di affidare l’insegnamento anche a docenti della classe A060. “Al ministero non hanno ancora un’idea chiara sulla corretta collocazione della geografia, disciplina che si è evoluta nel tempo – ha affermato Elvio Lavagna, presidente dell’AIIG della sezione di Savona -. Se nel primo Novecento dominava una visione deterministica della geografia, in seguito, l’attenzione si è concentrata sul rapporto tra popolazione e territorio. Poi, è prevalso l’aspetto quantitativo con una geografia legata al mondo anglosassone, che deve fornire dei dati, delle risposte nel campo degli investimenti – ha continuato lo studioso -. In seguito, c’è stata la crisi del modello economista e l’avvento di una geografia degli ecosistemi.

Oggi, primeggia la geografia della percezione – ha concluso Lavagna -, che riguarda la psicologia, l’antropologia culturale e non più le scienze naturali”. “Mediterraneo, Italia, Lazio: scale geografiche a confronto” è stata la prima tematica dell’evento, sulla quale si sono confrontate illustri personalità del mondo accademico e scientifico come Gino De Vecchis, Presidente dell’AIIG, Franco Salvatori, presidente della Società Geografica Italiana, Stefano Soriani dell’Università di Venezia e Mario Tozzi, Presidente del Parco Nazionale Arcipelago Toscano. È seguito un suggestivo confronto dialettico tra i geografi Angelo Turco e Franco Farinelli sulla ricerca e la didattica in Geografia, attraverso provocazioni per immagini scelte da Daniela Pasquinelli D’Allegra, vicepresidente dell’AIIG.
Durante le giornate, sono state allestite due mostre fotografiche e documentarie, dal titolo “Paesaggi costieri: tracce di contesti frammentati“ e “Civitavecchia ieri e oggi: le fonti cartografiche storiche nella lettura delle trasformazioni territoriali”.

La giornata di domenica 20 novembre è stata dedicata alla Festa della Geografia, che si è tenuta a Civitavecchia e nei comuni di Tolfa e Allumiere.
Contestualmente, si sono svolti i lavori del 6° Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia Giovani (AIIG giovani) e anche alcuni corsi certificati sulle nuove tecnologie GIS.

Francesco De Pascale

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy