• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2011

Sapienza: i 150 anni della nostra Italia

Alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è stato presentato oggi, giovedì 1 dicembre, il volume Una e indivisibile. Riflessioni sui 150 anni della nostra Italia, edito da Rizzoli, che raccoglie i discorsi pronunciati dal Presidente nel corso delle celebrazioni dedicate ai 150 anni dell’Unità d’Italia.

Presso il palazzo del rettorato della Sapienza di Roma, alle ore 11.30, l’aula magna era gremita di gente. Studenti, docenti, curiosi di tutte le età.

Tutti che volevano ascoltare cosa avesse da dire il nostro Presidente della Repubblica.

Ancora una volta, dopo il 9 febbraio scorso, quando si è tenuta la cerimonia inaugurale del convegno “L’Italia verso l’unità. Letterati, eroi, patrioti”, con i ragazzi della junior orchestra del Santa Cecilia, non sono rimasti posti a sedere.

Ha affermato il rettore Luigi Frati:
“Sono passati alcuni mesi e sembrano anni per gli avvenimenti che sono seguiti, avvenimenti che richiamano ognuno di noi a specifiche responsabilità. Nel corso dell’inaugurazione dell’anno accademico – alcuni giorni fa – ho fatto riferimento alla crisi nella quale ci troviamo, crisi che è insieme politico-finanziaria, ma anche di senso civico.
Ed è anche crisi di valori se un’inchiesta condotta nel 2010 tra i giovani 14-18 anni su quale professione essi ritengano ideale ha messo in cima: cantante, giocatore di calcio, pilota di auto-moto, quando 50 anni prima il risultato era stato: astronauta, ricercatore, archeologo. Crolla il sistema economico-finanziario, è crollata la “moralità civica” di certi comportamenti, sono crollati gli ideali.”

A seguire è intervenuto il presidente di Rcs libri Paolo Mieli. Hanno poi discusso del libro Giuliano Amato, Giuseppe Galasso, Andrea Riccardi e Giovanni Sabbatucci.

Al termine della manifestazione è stato proiettato il video “Una storia italiana. Centocinquant’anni di Unità”, a cura del dipartimento di Comunicazione e ricerca sociale.

Una giornata importante dunque, ricca di voci sostanziose, autorevoli.
Tante belle parole, enunciati toccanti e video commoventi. Un perfetto modo, forse l’ennesimo, per celebrare ancora i 150 anni dell’Italia unita.

Un pensiero carino: quello di ripercorrere gli eventi salienti che hanno fatto la storia d’Italia. Un pensiero carino già, che senza dubbio alimenta il nostro senso patriottico.

Il rettore conclude la cerimonia dicendo:
“Tutti insieme, Signor Presidente Napolitano, per un Paese uno ed indivisibile, giusto, lavorando soprattutto per l’avvenire dei giovani.”

Parole dirette, concise, quasi a formare un perfetto slogan.
Doveva essere convincente, questo era di certo l’obiettivo.

Margherita Teodori

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy