• Google+
  • Commenta
26 dicembre 2011

Scoperta fabbrica delle lauree a Parma

Parma 23 /12/ 2011: l’Associazione “Università popolare internazionale di Parma San Tommaso d’Aquino”, il cui scopo fino ad oggi era di “attività di supporto” legale, burocratica e tecnica per arrivare a conseguire un diploma di laurea in università, a seguito di un’indagine congiunta dei carabinieri e Guardia di finanza di Parma, risulta al centro di una rete di falsi finanziamenti con onlus, pronte ad incassare i proventi dalle banche.

Poco chiari anche i rapporti con numerose jointventure ed università rumene. 13 mila le operazioni bancarie ricostruite dalla Guardia di finanza e derivanti dai pagamenti degli studenti.Indagate,oltre al Salvadè, altre 13 persone, tra cui l’ex direttore della Banca Monte di Zibello.

30 presunti indigati, sono stati sottoposti ad accertamenti, per un totale di 180 i capi d’accusa. Gli accordi ed il giro d’affari all’estero, era condotto in accordo con università romene (l’Università Tito Miorescu, probabilmente coinvolta nelle truffe),

l’ Università Vasile Goldis e L’Università di Stato Moldava risultano probabilmente immischiate nella brutta faccenda.

I Corsi di lurea in Scienze economiche, Scienze giuridiche o Scienze politiche, in Giurisprudenza e Odontoiatria erano dislocati in Romania. Chi, a causa del numero chiuso, non riusciva ad accedere ai corsi di laurea, grazie all’associazione Università S. Tommaso, poteva eludere i controlli, e trovarsi invece iscritto all’estero.

Poco chiari anche i rapporti con altre joint venture. Questo è il caso della Libera Università Cattolica Internazionale Padre Pio (con sede a San Giovanni Rotondo), dove si sarebbero organizzati corsi inesistenti, con probabili fini di reciclaggio del danaro sporco risultato dei proventi illeciti.

La San Tommaso d’Aquino, non è una vera e propria università. Nasce nel 1997 per “fornire una preparazione adeguata durante il ciclo di studi”, citando testualemnte la dicitura sul blog ufficiale. Le sedi di Zibello, di Polesine ed di Fontanellato erano in effetti già note alle forze dell’ordine, in quanto nel 2008 l’Unitommaso, viene condannata per pubblicità ingannevole. Costretta a pagare una sanzione di 80mila euro.

Da allora le cose non sembrano poi cambiate più di tanto. Certo il provvedimento prodotto dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, ha fatto si che almeno sul sito ufficiale venga sciolto il dubbio del se si tratti o meno di un ateneo o di una scuola di formazione; in caratteri davvero illegibili (come ogni operazione di marketing pubblicitario) “Si precisa che l’associazione Università popolare Internazionale San Tommaso d’Aquino non rilascia direttamente alcun titolo accademico ma svolge attività tecnica legale logistica burocratica nell’interesse dello studente per il conseguimento di titoli accademici presso università legalmente riconosciute”.

I recenti reati contestati all’associazione , non sono solo legati al mondo delle onlus. Dalle indagini, iniziate nel 2007 per truffa, associazione a delinquere, risultano evidenti prove di sostituzioni di persona in sede di esame.

Giorgio Salvadè, presidente e fondatore dell’associazione, è finito in manette. L’organizzazione ha incassato, tra il 2007 e il 2009, ben 4 milioni di euro, più 183 mila euro di cambiali frutto di operazioni illecite ancora da incassare.

La fabbrica delle lauree, poteva vantare, come tutte le aziende che operano nel business, di un tariffario completo. Dai dati diffusi dalle forze dell’ordine risultano ben 80mila gli euro spesi da un singolo studente per raggiungere l’agognato titolo di studio.

800 i ragazzi coinvolti, tra vittime e conniventi. A 4 invece il numero delle lauree ritirate. 40 pergamene al memento rischiano ancora di subire la stessa sorte.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy