• Google+
  • Commenta
2 dicembre 2011

Solo per gli occhi dei più attenti: Banksy

Immagini opere graffiti Banksy
Immagini opere graffiti Banksy

Immagini opere graffiti Banksy

Vi presento Banksy. Anche se molti di voi conoscono già questo uomo (se di uomo si tratta), o meglio ci si immagina quale possa essere il suo viso, dopo aver ammirato ed osservato a lungo le sue opere. Banksy è un artista, è un writer, è un rivoluzionario.

Questo personaggio pubblico ha di pubblico solo le sue opere, che decorano con impertinenza i muri delle case inglesi, e non solo.

Egli è comunemente definito writer, e nell’ultimo decennio si è dedicato alla diffusione di immagini in terra anglofona , in particolar modo Londra e Bristol. Banksy non è un writer comune e neanche un artista comune. Egli ripudia il successo e la notorietà pur di poter liberamente esprimere i propri pensieri. Atteggiamento furbo e sconveniente, ma per ora così è andata e sta andando. Difatti non è lui a ricavare profitti dalle sue opere, ma solo gli infiniti stand disseminati a Londra, e in molte altre città, che rivendono stampe su tela, a prezzi anche poco modici.

Ma chi è veramente questo artista? Egli fa uso della tecnica stencil per dipingere i suoi soggetti. Soggetti che esprimono spesso una critica satirica e tagliente alla società capitalista e consumistica, a favore invece, della pace.

L’immagine- firma dell’artista è il topo, the rat, che rappresenta la forza dell’uomo e del singolo, in grado di mettere a repentaglio i sistemi più saldi e consolidati. Proprio come fecero i ratti nelle epoche passate.

L’arte e per opere di Banksy

Ma la sua arte non si conclude in un disegno fatto di qualche spruzzo di acrilico ed una firma. Spesso siti nei quartieri più popolari dei centri urbani, per esempio la East London, le sue sagome ridicolizzano il potere, le forze di sicurezza e i pregiudizi comuni verso chi è stigmatizzato come diverso. Sono immagini che compaiono all’improvviso, sconvolgendo e divertendo al contempo. In grado di ritagliare l’essenza della degradazione morale dei giorni d’oggi per pubblicizzarla sui muri e regalarla a quegli occhi curiosi e desti, capaci di cogliere al volo il senso di apparizioni improvvise. Questo è Banksy, l’anonimato più pubblico dei giorni d’oggi.

Caterina Mirijello

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy