• Google+
  • Commenta
3 dicembre 2011

UniFi, mensa più cara per il 44% degli studenti

Dopo il ‘balzello’ dell’anno scorso continua a crescere il costo della mensa dell’ateneo fiorentino. La rimodulazione approvata il 30 novembre dal cda del Dsu Toscana segue un modello legato alle fasce isee.

Il 44% degli studenti dovrà sborsare di più. Chi ha un reddito inferiore a 36mila euro spenderà 2,80 euro: 20 centesimi in meno di ora. Nella fascia tra 36mila e 75mila: sempre 3 euro. Chi invece supera la soglia dei 75mila dovrà spendere ben 4 euro.

Mercoledì scorso gli Studenti di Sinistra dell’ateneo fiorentino hanno orgnanizzato un presidio esponendo uno striscine inequivocabile “Il governo taglia, l’Ardsu sfascia”. Alle proteste è seguita l’irruzione durante l’assemblea per leggere un comunicato.

Ancora una volta si sceglie di far pagare gli studenti, anziché avviare una seria razionalizzazione ed eliminazione degli sprechi“. Oltre alle proteste anche le proposte come eliminare “figure dirigenziali doppione”, dire basta al project financing e all’esternalizzazione dei servizi, passare all’open source, azzerando così le spese per le licenze informatiche.

Non si fa attendere la replica del Dsu che ribatte “La scelta di introdurre le fasce di reddito è dettata da un criterio di equità sociale“.

Claudio Capanni

Google+
© Riproduzione Riservata