• Google+
  • Commenta
17 dicembre 2011

Convegno internazionale sui nanomateriali a Unimore

Elezione del Senato accademico a Unimore
convegno internazionale sui nanomateriali a Unimore

convegno internazionale sui nanomateriali a Unimore

A Modena un convegno internazionale sui nanomateriali che riunisce esperti provenienti da tutto il mondo e conferma Modena centro di eccellenza per le nano scienze.

L’appuntamento inizierà domenica 18 per proseguire fino a martedì 20 dicembre 2011. Le nanoscienze sono di casa a Modena. Si terrà, infatti, presso il Dipartimento di Fisica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, il convegno HYEX 2011 che porterà in città scienziati internazionali esperti di nanomateriali di nuova generazione.

L’incontro, organizzato da Università di Modena e Reggio Emilia e Centro S3 dell’Istituto di Nanoscienze del Consiglio Nazionale delle ricerche (Cnr) di Modena, con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, si terrà da domenica 18 fino a martedì 20 dicembre.

Si chiamano nanomateriali ibridi, sono una nuova classe di nanomateriali, composti da due o più parti, e considerati una delle frontiere della ricerca in nanoscienze. Il focus del convegno HYEX – Hybrid Excitations in Nano-Materials- che riunisce scienziati sperimentali e teorici provenienti da Europa, Stati Uniti e Israele, è dedicato ad esplorare le proprietà tutte speciali dei nanomateriali ibridi, le cui applicazioni si prevedono in settori come la sensoristica ed il fotovoltaico.

“Si tratta di nano-sistemi che hanno proprietà speciali in virtù della loro natura – commenta Guido Goldoni ricercatore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e del Cnr, – dovute dall’interazione dei segmenti di cui sono composti e che non sono presenti nelle singole parti che li compongono. In questo convegno si tratterà in particolare di come questi nano-materiali ibridi reagiscono alla radiazione elettromagnetica. Studiare questi nano-oggetti richiede la messa a punto di tecniche molto innovative, sia sperimentali per la loro analisi che teorico simulative per la loro descrizione e la predizione delle loro proprietà”.

Il workshop nasce da un team internazionale riunitosi grazie ad un progetto europeo in cui l’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e l’Istituto Nanoscienze Cnr sono uno dei nodi principali.

“Durante le tre giornate di lavoro – conclude il dott. Guido Goldoni – l’obiettivo è non solo condividere i risultati delle nostre ricerche con altri team mondiali nel settore dei nano-sistemi ibridi, ma anche identificare le strategie più promettenti per portare questi nuovi nano-sistemi verso specifiche applicazioni”.

Per maggiori informazioni sul convegno contattare il dott. Guido Goldoni e-mail: guido.goldoni@unimore.it; telefono: 059 2055649

Google+
© Riproduzione Riservata